Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Cambiamento climatico, quanto ci costa?

Tutelare uno sviluppo sostenibile e sicuro deve essere una priorità per amministrazioni pubbliche e imprese, anche per ragioni economiche: i cambiamenti impattano sul PIL. Un articolo a cura di Kyoto Club su Bologna Today.

11 ottobre 2013

<p>L’attuale fenomeno del <b>cambiamento climatico</b> impatta sul nostro territorio, provocando anche <b>perdite economiche</b> legate alla gestione delle emergenze e dei danni a lungo termine. Ammontano a<b> oltre un miliardo di euro</b> i costi dei danni che l’agricoltura ha subito in seguito ai recenti eventi estremi, che hanno messo in ginocchio la stabilità idrogeologica del nostro Paese, in cui ora ben 5 milioni di persone vivono in aree a rischio.<br />È quanto emerge da un monitoraggio effettuato nei giorni scorsi dalla Coldiretti.<br />Guardando al 2010, sono stati circa 385 disastri naturali con più di 297mila vittime e costi stimati pari a circa 95 miliardi di euro. Nel 2011, secondo le statistiche dell’International Disaster Database (EM-DAT), a livello globale ci sono stati 302 disastri, con circa 206 milioni di persone colpite e una stima di danni economici pari a 380 miliardi di dollari (Dossier "Profughi ambientali 2012" di Legambiente).</p><p>Le <b>aziende</b> hanno un ruolo fondamentale nella spinta verso un’azione di adattamento ai cambiamenti climatici.<br />Come possono agire? In primo luogo informando i loro clienti sulle conseguenze che il climate change può avere sul loro business. In secondo luogo sviluppando <b>brand strategy, product strategy e risk assessment-management</b>, congiuntamente all’avvio di politiche aziendali indirizzate verso un’azione di contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici sul territorio e sull’attività produttiva e aziendale.<br />Parlare di cambiamenti climatici significa parlare di economia, perché il costo dei cambiamenti in atto e la sua influenza sul PIL (Prodotto Interno Lordo) nazionale non è questione di poco conto. Settori come la <b>salute</b>, i <b>servizi</b>, l’<b>uso delle risorse</b>, e in particolare della terra, l’acqua, l’energia, il <b>commercio</b> e i <b>trasporti</b> subiranno gli effetti del cambiamento climatico già in atto se non si agirà presto.</p><p><a href="http://www.bolognatoday.it/speciale/earth-day/cambiamento-climatico-quanto-costa.html">continua a leggere</a> su Bologna Today.</p><p>Leggi anche:<br /> <br /><a href="http://www.bolognatoday.it/speciale/earth-day/come-cambiando-clima-bologna.html">Come sta cambiando il clima a Bologna?</a></p><p><a href="http://www.bolognatoday.it/speciale/earth-day/bologna-citta-resiliente-verso-piano-adattamento-cambiamenti-climatici.html">Bologna città resiliente. Verso un Piano di adattamento ai cambiamenti climatici</a></p><p><a href="http://www.bolognatoday.it/speciale/earth-day/arpa-emilia-romagna-bologna-futuro-sara-piu-calda.html">ARPA Emilia-Romagna, la Bologna del futuro sarà più calda</a></p><p></p><p><br /></p>


↑ torna in cima