Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Il Consiglio di Amministrazione approva il Piano Industriale al 2021

Margini e utile in crescita e target di incremento annuo del dividendo per azione di circa 8% (pari a 0,5 centesimi di euro addizionali all’anno). Il piano industriale al 2021 si fonda sugli ottimi risultati ottenuti nel corso degli ultimi 18 mesi e riconferma le linee guida strategiche delineate nel piano 2015-2020.

19 ottobre 2016 Iren Rinnovabili

<p>Le linee guida strategiche delineate nel piano 2015-2020, aggiornate sulla base dei mutamenti di scenario intervenuti: efficienza, consolidamento, focus sul Cliente e sostenibilità restano pilastri imprescindibili a cui si aggiunge una rinnovata attenzione verso la soddisfazione degli Azionisti.

Linee guida strategiche

Ulteriore spinta verso l’efficientamento dei processi, per rendere l’azione del Gruppo sempre più veloce, incisiva ed efficace.
Il piano di profondo rinnovamento lanciato nella seconda parte del 2015, chiamato "performance improvement", ha già dato importanti risultati e costituirà la base della revisione e dell’ottimizzazione dei processi anche per il prossimo futuro
con l’attivazione di oltre 100 progetti. Il Gruppo ha completato la revisione del proprio modello di business e la conseguente razionalizzazione societaria, importanti fattori abilitanti per il raggiungimento dei target di sinergie.

Il Cliente come asset fondamentale e perno sul quale costruire
una nuova cultura aziendale costituita da affidabilità, inclusività e innovazione.

La strategia che ha l’obiettivo di trasformare il prodotto energetico da commodity a servizio ad alto valore aggiunto sarà alla base del "New Downstream", il nuovo paradigma commerciale del Gruppo che mira a creare per il Cliente una customer experience appagante, fatta di risparmio energetico, efficienza, innovazione.

Tutto ciò permetterà di supportare gli importanti obiettivi di
acquisition e loyalty
inclusi nel piano industriale.

IREN protagonista del processo di consolidamento nelle sue aree di riferimento.
Durante gli ultimi due anni sono state chiuse importanti operazioni (AMIAT, TRM, Atena) che hanno permesso di presidiare con maggior forza diverse aree comprese nei territori di elezione del Gruppo. Nei prossimi anni è previsto un ulteriore sforzo in questo senso che confermerà IREN come principale aggregatore e motore di sviluppo del Nord-Ovest d’Italia.

Tutti gli obiettivi di piano saranno sviluppati in una cornice di sostenibilità ambientale, sociale e finanziaria.
La sensibilità ambientale che da sempre caratterizza le scelte del Gruppo è confermata anche in questo piano industriale che pone l’accento su attività a basso impatto ambientale come le reti teleriscaldamento, il consolidamento impiantistico legato al concetto del "Waste to material" oltre all’implementazione di
smart-metering e smart-grid.

continua a leggere il comunicato stampa (pdf)


</p>


↑ torna in cima