Fiper in Audizione al Senato presenta le proposte biomassa-energia

Fiper, in Audizione lo scorso 19 gennaio presso la Commissione Industria, Commercio, Turismo del Senato della Repubblica, ha presentato una serie di proposte per lo sviluppo del teleriscaldamento a biomassa e per l'avvio della filiera del biometano

24 gennaio 2011 Fiper

<p><b>Fiper</b>, Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili, è stata chiamata lo scorso 19 gennaio <b>in Audizione presso la Commissione Industria, Commercio, Turismo del Senato della Repubblica</b> presieduta dal Sen. Cesare Cursi in merito all’esame dello<b> schema di decreto legislativo recante "Attuazione della Direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili – RES"</b>.</p><p>Durante l’Audizione, la Delegazione Fiper composta dal Presidente Walter Righini e dall’ing. Giuseppe Tomassetti del comitato tecnico – scientifico ha presentato una serie di <b>proposte per lo sviluppo del teleriscaldamento a biomassa e per l’avvio della filiera del biometano</b>.</p><p>"Monitorare e valutare i risultati ottenuti dalle misure di incentivazioni attuate in termini di fonti sostituite, di risorse assorbite, di ricadute occupazionali e di sviluppo dei territori, è la conditio sine qua non per definire le nuove misure di sostegno", ha spiegato <b>Righini</b> presentando le proposte Fiper. <br />Rispetto alle altre fonti rinnovabili non programmabili (solare, eolico, geotermico) lo <b>sviluppo della filiera biomassa – energia</b> parte in prima istanza da azioni che mirano a incrementare, diversificare e rendere più efficiente l’approvvigionamento di materia prima, in particolare gli scarti del legno sminuzzato il cosiddetto "cippato" per gli impianti di teleriscaldamento.<br /> <br />Fiper ha illustrato alla 10° Commissione del Senato come l’utilizzazione delle biomasse per la produzione di calore, sia esso distribuito nelle famiglie, sia nelle piccole reti di teleriscaldamento, abbia bisogno di <b>incentivi alla "filiera"</b> più che di contributi agli utenti finali, sia per gli aspetti di messa a disposizione delle biomasse nelle forme più adatte ai vari utilizzatori, sia per lo sviluppo di imprese locali di teleriscaldamento.<br />A tal fine, la Federazione ha ribadito la necessità di una <b>maggiore sinergia nella definizione dei decreti attuativi</b> tra il Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Agricoltura e dell’Ambiente.</p><p>Puntare sull’<b>incremento degli impieghi delle biomasse solide legnose</b> a fini termici e/o cogenerativi non per la sola produzione elettrica così come avvenuto nel passato, e riconoscerne la rilevanza rimane una delle priorità della Federazione, cha ha espresso apprezzamento per il riconoscimento esplicito alla generazione termica dalle biomasse solide legnose definite dal <b>Decreto di Recepimento della Direttiva RES (art. 20</b>).</p><p>Il Presidente Righini ha espresso la sua soddisfazione per l’interesse riscontrato durante l’Audizione da parte dei Senatori sull’impatto economico e ambientale legato all’<b>applicazione delle reti di teleriscaldamento a biomassa e biogas agricolo</b>. <br />La filiera biomassa – energia "made in Italy" rappresenta un asset di primo piano per lo sviluppo delle piccole e medie imprese in aree agricole e forestali che puntano alla diversificazione produttiva, nonché uno strumento di riqualificazione territoriale.</p><p>"Ci auspichiamo che i decreti attuativi riprendano le indicazioni espresse durante l’Audizione e che le imprese possano operare in un quadro di riferimento chiaro e stabile per essere protagoniste e all’avanguardia europea nella <b>produzione di energia termica ed elettrica dalla biomassa</b>", ha concluso Righini. </p><p><a href="http://www.fiper.it/uploads/media/Documento_Sintesi_Fiper_Audizione_Senato190111.pdf">Sintesi Fiper Audizione al Senato</a> (pdf) </p><p><a href="http://www.fiper.it/uploads/media/Proposte_FIPER_DlgsRES__Audizione_Senato190111.pdf">Proposte Fiper DLgs RES </a>(pdf)<br /> <br /> <br /></p>


↑ torna in cima