Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

podcast-er: Virtual power plant, verso un nuovo modo di produrre e gestire l’energia. Silvestrini a Ecoradio

In un futuro ormai prossimo, la quota di rinnovabili elettriche sarà sempre maggiore e sarà necessaria una gestione sofisticata dei flussi di energia, grazie anche alle nuove frontiere offerte da internet. Energia 2.0: il futuro della gestione energetica è intelligente. L’opinione di Gianni Silvestrini a Ecoradio.

15 novembre 2013

<p><a href="audio/051113_ecoradio_silvestrini_opinione.mp3">Ascolta audio</a> (mp3 – durata 3’14’’)</p><p>In un futuro ormai prossimo, la quota di rinnovabili elettriche sarà sempre maggiore (solo la Germania conta di avere al 2030 la metà della domanda elettrica coperta da fonti rinnovabili) ed è per questo che, per raggiungere risultati ambiziosi, bisogna <b>ricorrere a una gestione sofisticata dei flussi di energia</b>, grazie alle nuove frontiere offerte da internet.</p><p>Oggi, con la <b>diffusione su larga scala delle fonti rinnovabili</b>, si hanno milioni di impianti. La quota di produzione da rinnovabili diventa così elevata che aumenta anche la complessità della gestione della rete elettrica.</p><p>Si presenta, quindi, un <b>nuovo modo di produrre e gestire l’energia</b>: il <b>"Virtual power plant"</b>, un impianto di generazione virtuale costituito da più impianti di generazione distribuiti sul territorio, collegati e gestiti attraverso una rete virtuale intelligente (leggi anche <a href="http://www.qualenergia.it/articoli/20130724-se-le-rinnovabili-unite-centrale-virtuale-contribuiscono-all-equilibrio-della-rete">Se le rinnovabili unite in "centrale virtuale" contribuiscono all'equilibrio della rete</a> su QualEnergia.it) </p><p>L’opinione di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia, a<a href="http://www.ecoradio.it/?option=com_frontpage&Itemid=1"> Ecoradio</a>. </p><p><br /></p>


↑ torna in cima