podcast-er: Scenari post atomici. Silvestrini a Ecoradio

Mentre in Italia non si sa se ci sarà il referendum per eliminare l’opzione nucleare nel paese, Giappone e Germania vogliono voltare pagina, anche con la chiusura di molti reattori. L’alternativa è cambiare in una sola generazione lo scenario energetico, puntando sulle rinnovabili. Silvestrini a Ecoradio.

25 maggio 2011 Fonte: Ecoradio

<p><P style="TEXT-ALIGN: justify"><A href="http://qualenergia.it/sites/default/files/articolo-doc/silvestrini_opinione_ecoradio_24maggio2011.mp3" target=_blank><STRONG>Ascolta audio </STRONG></A>(mp3 – durata 1’24’’)</P><P style="TEXT-ALIGN: justify">Mentre in <STRONG>Italia</STRONG> ancora non sappiamo se si andrà a votare il referendum per eliminare l’opzione nucleare nel nostro paese, Giappone e Germania stanno voltando pagina.</P><P style="TEXT-ALIGN: justify">In <STRONG>Giappone</STRONG>, il Japan Time ha pubblicato un sondaggio da cui risulta che il 62% è contrario alla creazione di nuovi reattori e favorevole alla decisione del governo di chiudere gli impianti che non erano stati toccati dal terremoto a Fukushima.</P><P style="TEXT-ALIGN: justify">In <STRONG>Germania</STRONG> la situazione è ancora più chiara. Qui si assiste ad una corsa alla chiusura dei reattori. Le varie forze politiche tedesche indicano una data: il partito dei Verdi parla del 2017, la CSU (Unione Cristiano-Sociale in Baviera), partito alleato di Angela Merkel, parla del 2022, la Siemens decide di uscire dal nucleare e il partito della Merkel, la CDU (Unione Cristiano-Democratica di Germania, in tedesco Christlich Demokratische Union Deutschlands), in un rapporto pubblicato la settimana scorsa dichiara che sarà possibile cambiare radicalmente lo scenario energetico nell’arco di una sola generazione.</P><P style="TEXT-ALIGN: justify">Tutti quindi si stanno preparando al <STRONG>post nucleare per rilanciare l’economia delle fonti rinnovabili</STRONG>.</P><P style="TEXT-ALIGN: justify">L’opinione di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia.it, a <A href="http://www.ecoradio.it" target=_blank>Ecoradio</A>.</P><br /><P>&nbsp;</P></p>


↑ torna in cima