Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Le lampade solari nell’Africa rurale contro la povertà energetica

L’associazione Solar Aid, impegnata nella diffusione dei sistemi solari in Africa, ha creato una rete di tecnici locali per riparare le lampade solari. Oltre mezzo miliardo di persone nell’area subsahariana non ha accesso all’elettricità e per affrontare l’oscurità usa alternative scadenti.

14 aprile 2021 Fonte: QualEnergia.it

Il 25 novembre 2020 il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione per garantire lo smontaggio, la riparabilità e l’allungamento della vita utile dei prodotti elettrici ed elettronici.

Si è avviato così un percorso per assicurare il “diritto alla riparazione” estendendo la garanzia sulle parti di ricambio e garantendo un accesso alle informazioni utili a rendere le riparazioni più accessibili e vantaggiose.

I parlamentari europei chiedono inoltre misure per contrastare le pratiche volte a ridurre la durata dei prodotti. Un passo in avanti contro l’obsolescenza programmata.

Ma l’attenzione alla riparabilità si sta estendendo anche in Africa. Prendiamo il caso delle lampade solari.

Sebbene esse oggi durino più a lungo, è comunque importante capire come ripararle se si guastano. In questo modo si prolunga la durata dei prodotti, si riduce la quantità di rifiuti elettronici e si permette alle persone di beneficiare dell’accesso a una luce sicura, pulita e rinnovabile.

Per garantire il “diritto alla riparazione”, l’associazione Solar Aid, molto impegnata nella diffusione dei sistemi solari in Africa, ha fatto un’indagine sulle principali criticità emerse e ha creato una rete di tecnici locali che ricevono una formazione regolare sulla riparazione e hanno accesso a pezzi di ricambio di alta qualità.

Leggi l'articolo completo


↑ torna in cima