t Kyoto Club | Junker App (capitolo 2) Junker App (capitolo 2) - Kyoto Club

Junker App (capitolo 2)

Buttare bene i rifiuti è molto smart

Sito web: www.junkerapp.it

Georeferenziazione e intelligenza artificiale. Sono gli elementi di cui si avvale JunkerApp, un software creato nel 2014 che permette ai cittadini di scoprire dove buttare i rifiuti attraverso una fotografia del codice a barre del prodotto. Di questa invenzione e dei suoi “genitori” – NoemiGiacomoBenedetta e Todor – parlammo nel lontano 2019. Ma questa piattaforma amica dell’economia circolare continua a crescere, registrando numeri sempre più consistenti. 

JunkerApp adesso si può trovare anche in servizio white label: il riconoscimento dei codici a barre che fornisce le informazioni per smaltire i prodotti è disponibile anche all’interno di applicazioni terze – come, ad esempio il Rifiutologo di Hera. Questo ha permesso all’azienda di espandersi in nuovi territori, come l’Emilia-Romagna e i comuni di Milano e Bergamo. Se due anni fa gli utenti che utilizzavano JunkerApp erano circa 700 mila, oggi sono quasi 2 milioni le persone che utilizzano questo programma per fare la differenziata – distribuiti in 1.050 Comuni, un Comune italiano su 7.

L’azienda, inoltre, recepisce le direttive dell’Autorità di Regolazione per Energia e Ambiente (Arera), che impone obblighi alle amministrazioni pubbliche di erogare strumenti che permettano di poter eseguire al meglio la raccolta differenziata. Infine, Junker ha lanciato l’etichetta ambientale, uno strumento che consente a cittadini e produttori di imballaggi di orientarsi tra le nuove regole in materia di etichettatura – inasprite dal recente decreto legislativo n.116. Grazie ad un database di 1,6 milioni di prodotti è possibile, inquadrando il packaging, capire come e dove gettare il rifiuto. Junker ti aiuta a fare la differenza facendo la differenziata! Sono ancora una volta i nostri #GreenHeroes!

Leggi l'articolo originale


↖ torna alla mappa


↑ torna in cima