Terra Futura

Mostra convegno delle buone pratiche di sostenibilità

Firenze

<p><b>"LAVORIAMO PER IL FUTURO. LAVORO, SOSTENIBILITÀ ED EQUITÀ"</b>, ridare senso e valore al lavoro per ri-convertire l’economia e vincere la crisi. Si riassume qui il tema di fondo della nona edizione di <b>Terra Futura</b>, mostra convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale, <b>dal 25 al 27 maggio 2012 a Firenze</b>, alla Fortezza da Basso. Promossa da Fondazione culturale Responsabilità etica per il sistema Banca Etica, Regione Toscana e Adescoop-Agenzia dell’economia sociale, insieme ai partner Acli, Arci, Caritas Italiana, Cisl, Fiera delle Utopie Concrete e Legambiente.</p><p>A far conoscere questa nuova direzione, alla quale già in tanti hanno puntato la propria bussola, e a confermare le forti potenzialità di un mondo che sa produrre nuova economia e creare occupazione rimettendo al centro la persona, sono <b>le buone pratiche di vita, di governo e di impresa in mostra alla Fortezza da Basso</b>: prodotti, progetti e percorsi frutto di azioni e scelte di vita di singoli cittadini, enti locali e istituzioni, di associazioni e organizzazioni del non profit, infine di imprese eticamente orientate che nella sostenibilità hanno trovato anche una leva competitiva.</p><p>Quest’anno, un’interessante novità: <b>Alleanza per il Clima Italia</b> e <b>Kyoto Club</b> promuovono il <b>Premio A+CoM</b>, che seleziona ogni anno i <b>4 "migliori" PAES elaborati e deliberati, nei 12 mesi precedenti, nell’ambito del Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors)</b>. "Vincitori" che verranno premiati a Firenze, proprio nell’ambito di Terrafutura, la mattina del 26 maggio: eccellenze sotto i riflettori in una kermesse pensata e promossa proprio per valorizzare gli esempi più innovativi di politiche pubbliche "lungimiranti" e sostenibili. </p><p>Terra Futura, a ingresso libero, è un evento sostenibile grazie alle sue scelte e azioni responsabili.</p><p></p>

Leggi l’articolo originale.


↑ torna in cima