Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a agosto 2019
Icona prezzo del petrolio
23 ottobre 2019
Prezzo del petrolio (Nymex): 54,26 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
23 ottobre 2019
Prezzo del carbonio (EU): 25,20 €/tCO2
Documentazione > rapporti/documenti

torna alla lista rapporti/documenti

25 settembre 2019

Turchia, ambiente e lotta ai cambiamenti climatici: politiche adottate e progressi compiuti

A che punto è la Turchia con la legislazione in materia di tutela dell'ambiente e di giustizia climatica? Ne abbiamo parlato oggi con l'associazione turca Çevreci Enerji Derneği (Environmental Energy Association). All'iniziativa hanno partecipato anche esponenti di autorevoli associazioni italiane e turche impegnate nella riduzione delle emissioni.

Negli ultimi anni la Turchia ha realizzato importanti progressi nella gestione dei rifiuti, nel controllo dell'inquinamento acustico e di quello industriale, nella riduzione dei rischi idrogeologici e nella qualità delle sue acque e dell'aria. Tuttavia, è necessario compiere ulteriori sforzi legislativi e istituzionali nei settori della protezione della natura, delle sostanze chimiche, dei cambiamenti climatici e della gestione delle risorse idriche.

Per la convergenza della Turchia con l'acquis ambientale dell'UE servono comunque investimenti costosi, sia nello sviluppo delle capacità umane e istituzionali che nelle infrastrutture per attività come il monitoraggio ambientale, l'ispezione e la comunicazione.

È questo quello che è emerso oggi in occasione del seminario Better skills for Turkish progresses and policies svoltosi oggi a Roma nell'ambito del progetto Sustainable Civil Society Dialogue for Sustainable Development, co-finanziato dall'Unione Europea (UE) e dalla Repubblica di Turchia nell'ambito del programma Civil Society Dialogue – V, che supporta iniziative dedicate allo scambio di conoscenza ed esperienze su temi di interesse comuni alla società civile turca e UE.

Al workshop, organizzato dai due partner del progetto – Kyoto Club e Çevreci Enerji Derneği (Environmental Energy Association) di Smirne – hanno partecipato anche esponenti di associazioni ambientaliste italiane e turche impegnate nella riduzione delle emissioni e nella giustizia clima.

Durante i lavori sono intervenuti: Eugenio Barchiesi (Kyoto Club), Tolga Salli (Environmental Energy Association), Hazal Coşkun (Environmental Energy Association) Süleyman Boşça (Energy Law Research Institute), Arsin Demir (Energy Law Research Institute) Serap Sürmeli Demir (Agricultural Law Association) Alessandra Bonfanti (Legambiente), Danilo Marandola (CREA), Beppe Croce (Federcanapa), Michele Barchiesi (Distretto Biologico Umbro), Maria Stella Scarpinella (Agrospot).

Scarica il programma (pdf)

Scarica la presentazione "Turkey's fight with climate crisis" di Tolga Salli

Scarica la presentazione "Turkey’s Progress and Shortcomings on EU Acquis" di Hazal Coşkun

Scarica la presentazione "Energy Sector Institutions in Turkey" di Süleyman Boşça

Scarica la presentazione di Beppe Croce

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list