Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a maggio 2020
Icona prezzo del petrolio
10 luglio 2020
Prezzo del petrolio (Nymex): 38,87 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
10 luglio 2020
Prezzo del carbonio (EU): 28,20 €/tCO2
Documentazione > news

torna alla lista news

10 marzo 2020

Meno pesticidi e più agricoltura biologica: in arrivo la strategia alimentare UE

La nuova strategia dell'esecutivo europeo "Farm to fork" è attesa per la fine di marzo. Tra i cinque obiettivi: ampliamento dell'area per l'agricoltura biologica, riduzione dell'uso di fertilizzanti e pesticidi chimici e lotta contro l'obesità alimentare.

In base a un documento interno della Commissione, consultato da Euractiv, la nuova strategia alimentare dell'esecutivo europeo, la cui uscita è attesa per la fine di marzo, prevede tra i suoi obiettivi la riduzione dell’uso di antibiotici negli allevamenti e l’incremento dell’area di terra dedicata all’agricoltura biologica, oltre alle precedenti indicazioni di voler limitare i pesticidi e combattere l’obesità. La strategia "Dalla fattoria alla tavola" (Farm to Fork) che l’esecutivo europeo intende presentare a fine mese, punta a rendere le pratiche agricole più sostenibili per una nuova politica alimentare.

Si prevede che nella nuova strategia ci siano cinque obiettivi: 1. riduzione dell’uso di pesticidi chimici sintetici (obiettivo che sarà reso obbligatorio con una chiara base giuridica); 2. apliamento dell'area dedicata all'agricoltura biologica, supportando grazie a un piano quinquennale gli agricoltori nella transizione verso il bio e assistendole attraverso varie misure); 3. e 4. riduzione della somministrazione di antibiotici agli animali da allevamento e l’uso di fertilizzanti; 5. inversione della tendenza dell'obesità in Europa entro il 2030 grazie a una nuova proposta di etichettatura degli alimenti che guiderà il consumatore verso scelte più sostenibili, armonizzando le informazioni nutrizionali sulle etichette dei prodotti e stabilendo quindi dei profili nutrizionali (saranno richieste indicazioni sull’origine di alcuni prodotti alimentari: la Commissione sottolinea che diete di bassa qualità contribuiscono alla crescente incidenza di malattie non trasmissibili, tra cui alcuni tumori).

Oltre  a questi puntuali obiettivi, la strategia mirerà alla riduzione dell'impronta di carbonio, l'inquinamento delle acque e le emissioni di metano. 

Lo scorso febbraio la commissaria per la Salute Stella Kyriakides, intervenendo in Commissione Ambiente dell'esecutivo dell'Europarlamento, ha sottolineato che la strategia "Farm to Fork" sarà integrata nella strategica politica ambientale dell’Ue, il Green Deal, e mirerà a rendere l’intera catena alimentare dalla produzione al consumo più sostenibile e neutrale nel suo impatto sull’ambiente.

 

 

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list