Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a giugno 2020
Icona prezzo del petrolio
6 agosto 2020
Prezzo del petrolio (Nymex): 42,70 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
6 agosto 2020
Prezzo del carbonio (EU): 27,42 €/tCO2
Chiusura estiva ufficio
L'ufficio Kyoto Club rimarrà chiuso dall'8 al 16 agosto. A tutti i Soci e i lettori di Kyoto Club i migliori auguri per una serena pausa estiva.
Documentazione > news

torna alla lista news

24 luglio 2020

Plastica, senza azioni il flusso annuale negli oceani può triplicare entro il 2040

Una previsione per niente rassicurante è quella contenuta nel Report che rileva come i rifiuti di plastica che fluiscono negli oceani triplicheranno di volume nei prossimi 20 anni, ma fornisce anche soluzioni per ridurre la quantità di plastica di oltre l’80% grazie alle tecnologie di cui disponiamo oggi. È quanto emerge dal Rapporto del PEW Charitable Trusts e SYSTEMIQ “Break the Plastic Wave”.

Una nuova analisi a cura del PEW Charitable Trusts e SYSTEMIQ rileva che, senza un'azione immediata e prolungata, il flusso annuale di plastica nell'oceano potrebbe quasi triplicare entro il 2040. Lo studio identifica anche soluzioni che potrebbero ridurre questa quantità di plastica di oltre l'80% utilizzando le tecnologie che sono disponibili oggi, a patto che i decisori politici siano disposti a cambiare il sistema.

I risultati dell'analisi scientifica sono stati pubblicati nel Rapporto “Break the Plastic Wave” – un’ azione completa dei percorsi verso l'arresto dell'inquinamento di plastica dell'oceano. La sua messa online coincide con la pubblicazione dello scorso 23 luglio di un articolo sulla rivista Science delle basi tecniche del rapporto "Scenari di valutazione verso l'inquinamento da plastica zero".

La ricerca ha evidenziato che se non venisse intrapresa alcuna azione per affrontare la prevista crescita della produzione e del consumo di plastica, la quantità di questa ultima che entra negli oceani ogni anno aumenterebbe da 11 milioni di tonnellate a 29 milioni di tonnellate nei prossimi 20 anni, equivalenti a quasi 50 chilogrammi di plastica su ogni metro di costa in tutto il mondo. Poiché la plastica rimane nell'oceano per centinaia di anni e non può mai veramente biodegradarsi, la quantità cumulativa di plastica nell'oceano entro il 2040 potrebbe raggiungere 600 milioni di tonnellate, equivalente in peso a oltre 3 milioni di balene blu. Con il Covid-19 si presentano ulteriori sfide nella lotta per frenare e porre fine all'inquinamento da plastica in oceano, poiché il consumo di plastica monouso è aumentato durante la pandemia, stando a quanto rilevato dall'International Solid Waste Association.

Leggi il Rapporto “Break the Plastic Wave” (pdf)

Scarica la sintesi in lingua originale (pdf)

Comunicato stampa in inglese (pdf)

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list