Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a giugno 2020
Icona prezzo del petrolio
6 agosto 2020
Prezzo del petrolio (Nymex): 42,70 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
6 agosto 2020
Prezzo del carbonio (EU): 27,42 €/tCO2
Chiusura estiva ufficio
L'ufficio Kyoto Club rimarrà chiuso dall'8 al 16 agosto. A tutti i Soci e i lettori di Kyoto Club i migliori auguri per una serena pausa estiva.
Documentazione > news

torna alla lista news

15 luglio 2020

Società leader dell’efficienza energetica chiedono ai Governi di porre la ristrutturazione edilizia al centro dei piani per la ripresa

In vista dell'importante riunione del Consiglio europeo del 17-18 luglio prossimo, EU-ASE ha inviato una lettera ai 27 capi di Stato e di governo dell'UE per chiedere la leadership e una visione politica a lungo termine per la gestione della crisi economica e sociale causata dal COVID -19.

Egregi Leader europei,

La crisi sanitaria e socio-economica causata dal Covid-19 richiede decisioni senza precedenti nel processo di progettazione di piani di ripresa e resilienza. Abbiamo ora l'opportunità per l'Europa nel suo complesso di fare un grande balzo in avanti verso nuovi e più sostenibili modelli economici, invece di tornare allo status quo pre-crisi. Ora più che mai, l'Europa ha bisogno della vostra coraggiosa visione politica per attuare misure immediate e per riparare rapidamente ai danni lasciati da COVID-19, investendo nel nostro futuro a lungo termine. Questa opportunità non deve essere sprecata.

Come imprese e investitori che hanno l'efficienza energetica e la riduzione della domanda di energia al centro delle nostre attività, ci aspettiamo che la leadership globale dell'Europa in materia di clima si traduca in misure che portino a una ripresa verde e a un impatto positivo a lungo termine per i cittadini, le imprese e l'ambiente. A titolo di esempio, la “Renovation Wave” è un'opportunità unica per promuovere un'industria europea, con tecnologie e competenze in grado di soddisfare la domanda di rinnovamento a livello locale. Investire nella ristrutturazione completa del parco edilizio europeo contribuirà a mantenere il vantaggio competitivo della catena del valore dell'edilizia europea e a creare posti di lavoro a livello locale, togliendo al contempo milioni di europei dalla povertà energetica. Eppure, nonostante questo grande potenziale, solo pochi Stati membri si sono impegnati a raggiungere questo obiettivo presentando le loro strategie di ristrutturazione a lungo termine previste per marzo.

Secondo la strategia di ripresa della Commissione europea pubblicata il mese scorso, la ristrutturazione degli edifici in tutta Europa è imprescindibile nel percorso verso un’Europa a zero emissioni. In questo senso, la prossima “Renovation Wave” sarà cruciale per sottolineare l'impatto positivo che edifici sostenibili ed efficienti dal punto di vista energetico possono avere sulla salute, il benessere e la qualità della vita, così come per la riduzione delle emissioni e il cambiamento climatico, la ripresa economica e la creazione di posti di lavoro. Secondo un recente studio, per ogni milione di euro investito nella ristrutturazione energetica degli edifici, nell'UE vengono creati in media 18 posti di lavoro. Si tratta di posti di lavoro locali a lungo termine che stimoleranno la crescita economica e contribuiranno a farci uscire dalla crisi economica.

Per realizzare appieno il potenziale di rinnovamento edilizio dell'Europa, è fondamentale aumentare il tasso di ristrutturazione edilizia ad un minimo del 3% annuo e mettere i programmi di ristrutturazione al centro dei piani nazionali di ripresa e resilienza che presenterete il prossimo ottobre.

Alla luce di quanto sopra, manifestiamo la nostra completa disponibilità a collaborare per decarbonizzare il parco immobiliare dell'UE entro il 2050.

Cordialmente,

Monica Frassoni
Presidente - Alleanza Europea per il Risparmio Energetico

Leggi la lettera (PDF)

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list