Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a agosto 2019
Icona prezzo del petrolio
6 dicembre 2019
Prezzo del petrolio (Nymex): 58,35 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
6 dicembre 2019
Prezzo del carbonio (EU): 24,89 €/tCO2
Documentazione > news

torna alla lista news

15 novembre 2019

I nuovi #GreenHeroes: Aldo Savarese e 100% Campania

Continua la saga degli "eroi verdi” premiati dall’attore Alessandro Gassmann. I protagonisti di una nuova economia che rifiuta lo spreco, che è amica dell’ambiente, e che produce innovazione, reddito e posti di lavoro.

Dal 1977, anno in cui Pino Daniele cantò la celebre canzone, Napoli spesso è stata «‘na carta sporca, e nisciuno se ne ’mporta». E lo è stata fintanto che Aldo Savarese non ha deciso di sostituire quel «nisciuno» con una rete imprenditoriale in grado di occupare 400 persone, riconsegnare alle aziende produttrici i loro rifiuti trasformati in nuovi imballi e, in modo sostenibile, aumentare il fatturato della sua azienda.

Nel 2008 della crisi dei rifiuti di Napoli se ne parla ovunque, e Aldo Savarese, come tutti i campani, è preoccupatissimo sia della situazione generale che dell’immagine che la sua terra sta dando. Una mattina, leggendo il giornale, Aldo si imbatte in un articolo del cantautore Pino Daniele che, parafrasando la sua canzone scritta trenta anni prima, dice “Napoli non è una carta sporca”. Aldo è d’accordo con Pino, perché la sua terra non può essere raccontata attraverso l’immondizia, e perché la sua azienda, la Sabox, lavora nel mercato della cartotecnica: produce packaging in cartone ondulato per le imprese alimentari del distretto conserviero–pastaio campano. L’anno dopo la crisi dei rifiuti si risolve, ma ad Aldo non basta esser usciti dall'emergenza. I suoi imballi, d'ora in avanti, saranno prodotti solo con rifiuti cartacei proveniente dalla raccolta differenziata dei comuni campani e  diventeranno GreenBox. Una scatola prodotta localmente che i cittadini possono riconoscere e preferire, sapendo che quella scatola equivale a un bel po’ di immondizia in meno.

Per Sabox, inoltre, usare quella carta è conveniente, e Aldo si domanda se nel ciclo produttivo della sua azienda non ci sia altra convenienza da scovare. Con pazienza certosina studia e migliora tutto il processo aziendale, compreso il tragitto casa lavoro dei suoi dipendenti. Per esempio: se due dipendenti abitano vicini, perché non metterli nello stesso turno di lavoro e permettergli di condividere il viaggio quotidiano verso lo stabilimento? I dipendenti risparmiano, si produce meno CO2 e tutti vincono. Traslando questo approccio sulle materie prime Aldo decide di proporre ai suo clienti di non occuparsi più dei rifiuti cartacei. Lui gli fornirà una pressa che loro useranno per comprimere la carta di rifiuto, e ci penserà Sabox poi a prenderla e ridargliela trasformata in nuovi imballi. Zero rifiuti da gestire e nuovi cartoni da usare. Sabox viene certificata a livello internazionale e il successo permette ad Aldo di proporre il suo modello virtuoso ad altri imprenditori e ad associarli in 100% Campania, una rete in grado di movimentare quasi 200 milioni di euro, occupare 400 persone e tradurre i rifiuti cartacei campani in servizi per le aziende.

Aldo Savarese e la rete 100%Campania sono i #GreenHeroes che hanno creato un nuovo ciclo produttivo testimoniando come la circolarità, di cui tutti parlano, può diventare economia vera che sviluppa il paese.

Leggi l'articolo su La Stampa Tuttogreen

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list