Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a feb. 2019
Icona prezzo del petrolio
16 aprile 2019
Prezzo del petrolio (Nymex): 63,46 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
16 aprile 2019
Prezzo del carbonio (EU): 26,58 €/tCO2
Chiusura ufficio Pasqua e 25 aprile
In occasione delle festività di Pasqua e del 25 aprile, l'ufficio Kyoto Club rimarrà chiuso da martedì 23 a venerdì 26 compresi. A tutti i nostri Soci e i nostri lettori i migliori auguri per un sereno periodo di festività.
Documentazione > news

torna alla lista news

11 marzo 2019 (QualEnergia.it)

Se il batter d’ali di una farfalla in Svezia…

Negli ultimi mesi manifestazioni #FridaysForFuture si sono tenute in tutti i continenti e il 15 marzo sono previste proteste per il “Global Strike For Future”, in oltre mille città di 82 paesi. La politica potrà restare ancora così impermeabile? Gianni Silvestrini, Direttore scientifico di Kyoto Club, ne parla su QualEnergia.it.

Gli scioperi sul clima, che si stanno estendono a macchia d’olio in vista delle manifestazioni del prossimo 15 marzo, esemplificano con forza ed eleganza l’immagine  dell’uragano che si scatena negli Usa a causa di un batter d’ali di una farfalla in Brasile.

Il Brasile in questo caso è la Svezia dove la sedicenne Greta Thunberg ha deciso di manifestare ogni venerdì sotto il Parlamento contro l’inadeguatezza delle politiche sul clima. La ragazza era stata impressionata dagli incendi devastanti e dalle temperature record che lo scorso anno avevano addirittura imposto il blocco del reattore nucleare Ringhlas-2 a causa del riscaldamento delle acque del mare del Nord (sopra i 25 °C).

Parliamo comunque di un paese, la Svezia, che ha definito obbiettivi climatici molto avanzati, puntando a diventare “carbon neutral” nel 2045 e il cui nuovo governo lo scorso gennaio ha deciso di bloccare la vendita di auto a benzina e diesel dal 2030.

Ma l’urgenza imposta dagli eventi e dagli ultimi rapporti IPCC impone un’ulteriore accelerazione.

Di fronte ai potenti di Davos, Greta è stata drastica: “Occorre agire immediatamente per il clima, come se la vostra casa fosse in fiamme. Dovete entrare nel panico. Risolvere la crisi climatica è la sfida più grande e complessa che l’umanità abbia mai affrontato. La nostra civiltà viene messa in discussione da un sistema che consente ad un piccolissimo numero di persone di continuare ad accumulare enormi ricchezze”.

Di fatto è lo stesso messaggio di Papa Francesco.

La radicalità delle proposte di Greta deriva esplicitamente e semplicemente dalle indicazioni della comunità scientifica volte ad evitare una catastrofe climatica.

Ma i Governi non solo non sono nel panico, ma stentano a prendere sul serio questi scenari, quando addirittura non assumono posizioni negazioniste, come nel caso di Trump e Bolsonaro.

Leggi l'articolo completo su QualEnergia.it

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list