Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a maggio 2019
Icona prezzo del petrolio
17 luglio 2019
Prezzo del petrolio (Nymex): 59,75 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
17 luglio 2019
Prezzo del carbonio (EU): 28,31 €/tCO2
Documentazione > news

torna alla lista news

22 febbraio 2019

Clima, Greta Thunberg: "Aumentare i limiti delle emissioni entro 10 anni"

"Gli impegni presi a favore del clima non basteranno a salvare il Pianeta: i target di riduzione delle emissioni devono essere aumentati del doppio". Lo ha affermato a Bruxelles Greta Thunberg, la famosa attivista ambientalista di 16 anni. Con lei migliaia di studenti in piazza.

Se non faranno qualcosa di concreto a favore dell'ambiente, saranno ricordati come dei "malfattori" che hanno portato il nostro Pianeta verso il disastro. Sul banco degli imputati la classe dirigente europea, accusata di non fare abbastanza per arginare le cause del riscaldamento globale. A pronunciare l'accusa è Greta Thunberg, la famosa adolescente svedese attivista per la giustizia climatica, in un discorso tenuto a Bruxelles al cospetto di uomini d'affari ed esponenti del mondo della politica.

Durante il discorso, al quale era presente anche il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, Greta ha affermato che non è sufficente sperare che siano i giovani a salvare il mondo. "Semplicemente non c'è abbastanza tempo per aspettare che cresciamo e raggiungiamo i posti di potere per farlo" ha detto la giovane dopo aver illustrato il calo delle emissioni di gas serra che era necessario entro il 2020. 

"Se l'Ue deve dare il suo contributo equo per restare nell'obiettivo del limite di 2 gradi" dell'Accordo sul clima di Parigi, "significa un minimo dell'80% di riduzione entro il 2030", ha ricordato Greta rivolta al numero uno della Commissione UE e a tutta la platea, con un discorso di dieci minuti. "Quindi, circa il doppio dell'ambizione rispetto alla proposta attuale", ha aggiunto esortando l'Ue a rilanciare i propri obiettivi.

Greta è salita alla ribalta sui media di tutto il mondo dopo il discorso tenuto alla 24ma Conferenza dell'ONU sul clima di Katowice tenutasi lo scorso dicembre. Le parole di Greta hanno dato impulso alla nascita di un movimento studentesco di protesta globale a favore del clima. Anche grazie agli "scioperi" che la giovane ha organizzato ogni venerdì, a partire da agosto, di fronte al parlamento svedese.

Mentre pronunciava il suo discorso, nella capitale belga, centinaia di giovani studenti manifestavano per le strade della città chiedendo giustizia per il clima. Un movimento che si sta allargando a macchia d'olio in tutto il mondo. Negli ultimi sei mesi, sono state migliaia gli studenti della scuola superiore che hanno seguito il suo esempio: è successo a Sydney, Bruxelles, Berlino, L’Aia, Londra e in altre città.

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list