Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a set. 2018
Icona prezzo del petrolio
19 novembre 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 56,96 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
19 novembre 2018
Prezzo del carbonio (EU): 18,75 €/tCO2
Documentazione > news

torna alla lista news

19 ottobre 2018

Efficienza energetica, la sfida del patrimonio immobiliare italiano.

Oggi, venerdì 19 ottobre, Kyoto Club con il sostegno di Knauf Insulation ha organizzato un convegno dedicato al futuro dell’innovazione e dell’efficienza energetica nel settore dell’edilizia.

Efficienza energetica e deep renovation. Sono queste le parole chiave che indicano la via da seguire per riqualificare l’intero parco immobiliare del nostro Paese,  abbattere le emissioni del settore edilizio e rendere grattacieli ed edifici più sostenibili sotto il punto di vista ambientale.

Di questo si è parlato oggi al convegno Il patrimonio immobiliare italiano: un'infrastruttura strategica al servizio del sistema energetico del Paese tenutosi a Roma alla Camera dei Deputati e organizzato da Kyoto Club con il sostegno di Knauf Insulation e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e Green Building Council Italia.

Il rinnovamento del parco edifici e del costruito del nostro Paese è un’azione necessaria per abbattere le emissioni climalteranti, rispettare gli impegni presi con l’Accordo di Parigi e contribuire a raggiungere i target europei previsti dal Quadro per il Clima e l’Energia (-40% di emissioni al 2030 rispetto al 1990). Anche alla luce del fatto che, come riportato dai dati, gli edifici sono responsabili del 40 % del consumo globale di energia nell’Unione.

A livello europeo, l’efficienza energetica si configura come uno dei pilastri per la strategia di decarbonizzazione dell’economia: in base alla direttiva Ue 2018/884, approvata dal Parlamento e dal Consiglio UE la scorsa primavera, i Paesi europei dovranno mettere a punto nei prossimi anni un piano strategico che punti a sostenere la ristrutturazione degli edifici sia pubblici che privati, al fine di ottenere un parco edifici decarbonizzato e ad alta efficienza energetica entro il 2050 e di facilitare la trasformazione degli edifici esistenti a energia quasi zero.

I target indicati prevedono di raggiungere il 32.5% di efficienza energetica entro il 2030 ed è fissato un obbligo di risparmio energetico annuo dello 0,8% per il periodo 2021-2030. Entro il marzo del 2020, gli Stati membri dell’Unione europea, Italia compresa, dovranno recepire la direttiva sull'efficienza energetica.

Scarica il comunicato stampa (pdf)

Scarica la presentazione di Lorenzo Pagliano - Politecnico di Milano

Scarica la presentazione di Monica Frassoni - EU-ASE

Scarica la presentazione di Francesco Cavicchioli - Knauf Italia

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list