Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a ottobre 2018
Icona prezzo del petrolio
18 dicembre 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 48,54 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
18 dicembre 2018
Prezzo del carbonio (EU): 24,33 €/tCO2
Chiusura ufficio Natale e Capodanno
Il nostro ufficio sarà chiuso per la pausa di Natale e Capodanno dal 22 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 compresi. A tutti i nostri lettori gli auguri per un sereno Natale e un positivo e fruttuoso 2019.
Documentazione > news

torna alla lista news

22 novembre 2018

Emissioni, nel 2017 aumentano le concentrazioni di CO2 e altri gas serra nell'atmosfera

Lo certifica l'ultimo bollettino della World Metereological Organization (WMO), secondo cui le concentrazioni sono passate da da 403,3 parti per milione (ppm) del 2016 a 405,5 ppm nel 2017. In aumento anche metano e protossido di azoto.

Nuovo livello d'allerta per i gas serra nell'atmosfera. Secondo il nuovo bollettino della World Metereological Organization (WMO) le concentrazionio di CO2 nell'atmosfera sono aumentate anche quest'anno, passando a 405,5 parti per milione (ppm) nel 2017, da 403,3 ppm nel 2016 e 400,1 ppm nel 2015. Al contrario agli auspici più positivi, non vi sarerebbe qundi alcuna inversione di tendenza rispetto agli anni passati. 

In risalita anche le concentrazioni di metano e protossido di azoto. Gli studi della WMO segnalano inoltre la rinascita di una sostanza a effetto serra e gas dannosa per l'ozono nell'atmosfera, la CFC-11, che è regolata da un accordo internazionale per proteggere lo strato di ozono.

Dal 1990, segnala lo studio, si registra un aumento del 41% delle forze radioattive totali - l'effetto del riscaldamento sul clima - dovute alla presenza dei gas serra nell'atmosfera. La CO2 rappresenta circa l'82% nelle cause dell'aumento delle forze radioattive negli ultimi dieci anni, secondo i dati della US National Oceanic and Atmospheric Administration riportati nel bollettino della WMO.

"La scienza è chiara. Senza rapidi tagli alla CO2 e ad altri gas a effetto serra, i cambiamenti climatici avranno impatti sempre più distruttivi e irreversibili sulla vita sulla Terra. La finestra di opportunità per l'azione è quasi chiusa", ha dichiarato il segretario generale della WMO, Petteri Taalas.

"L'ultima volta che la Terra ha sperimentato una concentrazione paragonabile di CO2 era 3-5 milioni di anni fa, quando la temperatura era di 2-3 ° C più calda di adesso, e il livello del mare era 10-20 metri più alto", ha affermato Taalas.

Il bollettino del gas serra WMO riporta le concentrazioni atmosferiche di gas a effetto serra. Le emissioni rappresentano ciò che entra nell'atmosfera. Le concentrazioni rappresentano ciò che rimane nell'atmosfera dopo il complesso sistema di interazioni tra l'atmosfera, la biosfera, la litosfera, la criosfera e gli oceani. Circa un quarto delle emissioni totali viene assorbito dagli oceani e un altro quarto dalla biosfera.

Inoltre, il prossimo 27 novembre sarà reso pubblico un nuovo rapporto sul clima e le emissioni, a cura dell'UNEP. Lo studio traccia gli impegni politici presi dai Paesi per ridurre le emissioni di gas serra.

I rapporti WMO e UNEP si aggiungono alle prove scientifiche fornite dalla relazione speciale dell' Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) sul riscaldamento globale. Secondo il panel,  le emissioni nette di CO2 dovranno arrivare a zero (la quantità di CO2 che entra nell'atmosfera deve essere uguale alla quantità che viene rimossa dai pozzi, naturali e tecnologici) intorno al 2050, al fine di mantenere gli aumenti di temperatura inferiori a 1,5 ° C. L'IPCC ha dimostrato che mantenere la temperatura sotto i 2 ° C ridurrebbe i rischi per il benessere umano, gli ecosistemi e lo sviluppo sostenibile.

"La CO2 rimane nell'atmosfera per centinaia di anni e negli oceani ancora più a lungo. Al momento non esiste una bacchetta magica per rimuovere tutta l'eccedenza di CO2 dall'atmosfera ", ha dichiarato la segretaria generale Elena Wanaenkova. "Ogni frazione di un grado di riscaldamento globale conta, e così fa ogni parte per milione di gas serra", ha detto.

Insieme, i rapporti forniscono una base scientifica per il processo decisionale ai negoziati sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite, che si terranno dal 2 al 14 dicembre a Katowice, in Polonia. L'obiettivo principale dell'incontro è quello di adottare le linee guida per l'implementazione dell'Accordo sui cambiamenti climatici di Parigi, che mira a mantenere l'aumento della temperatura media globale il più vicino possibile a 1,5 ° C.

"La nuova relazione speciale dell'IPCC sul riscaldamento globale di 1,5 ° C indica che saranno necessarie profonde e rapide riduzioni delle emissioni di biossido di carbonio e di altri gas a effetto serra in tutti i settori della società e dell'economia. Il bollettino del gas serra WMO, che mostra una continua tendenza al rialzo delle concentrazioni di gas serra, sottolinea quanto siano urgenti queste riduzioni delle emissioni ", ha dichiarato il presidente dell'IPCC Hoesung Lee.

Leggi il bollettino sul sito della WMO

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list