Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a giugno 2018
Icona prezzo del petrolio
2 agosto 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 67,65 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
2 agosto 2018
Prezzo del carbonio (EU): 17,40 €/tCO2
Chiusura estiva ufficio
L'ufficio Kyoto Club rimarrà chiuso dal 13 al 24 agosto. A tutti i Soci e i lettori di Kyoto Club i migliori auguri per una serena pausa estiva.
Documentazione > news

torna alla lista news

8 maggio 2018

Irena, entro il 2050 saranno 28 milioni i lavoratori impiegati nel settore rinnovabili.

Secondo l'International Renewable Energy Agency, nel 2017 la quota di addetti nei settori delle energie pulite ha superato i 10 milioni. Una cifra che è destinata sempre di più a salire, e che raggiungerà i 28 milioni nel 2050.

L'industria delle energie rinnovabili ha creato più di 500.000 nuovi posti di lavoro a livello globale nel 2017: un incremento del 5,3% rispetto al 2016.  A sostenerlo è l'ultimo report dell' International Renewable Energy Agency (IRENA), che oggi ha lanciato la quinta edizione del rapporto Renewable Energy and Jobs. Secondo lo studio, il numero totale dei lavoratori impiegati nel settore si aggira intorno a 10,3 milioni. Un record mai raggiunto in precedenza.

Cina, Brasile, Stati Uniti, India, Germania e Giappone rappresentano oltre il 70% di tutti i posti di lavoro nel settore dell'enegia pulita a livello globale. Sebbene un numero crescente di paesi stia raccogliendo i vantaggi socio-economici delle energie rinnovabili, la maggior parte della produzione avviene in un numero relativamente esiguo di paesi e i mercati nazionali variano enormemente. Il 60% di tutti i posti di lavoro nelle energie rinnovabili è in Asia.

"L'energia rinnovabile è diventata un pilastro della crescita economica a basse emissioni di carbonio per i governi di tutto il mondo, un fatto riflesso dal crescente numero di posti di lavoro creati nel settore." Ha dichiarato Adnan Z. Amin, Direttore generale di Irena. "I dati sottolineano anche un quadro sempre più regionalizzato: dove esistono politiche attente all'ambiente e alla sostenibilità, i benefici economici, sociali e ambientali delle energie rinnovabili sono più evidenti", ha continuato Amin.

"Fondamentalmente, questi dati supportano la nostra analisi secondo cui la decarbonizzazione del sistema energetico globale può far crescere l'economia globale e creare fino a 28 milioni di posti di lavoro nel settore entro il 2050"

L'industria del solare fotovoltaico rimane il più grande datore di lavoro di tutte le tecnologie di energia rinnovabile, con circa 3,4 milioni di posti di lavoro, quasi il 9% dal 2016, dopo un record di 94 gigawatt (GW) di installazioni nel 2017. Si stima che la Cina rappresenti due il terzo dei posti di lavoro fotovoltaici - pari a 2,2 milioni - rappresenta un'espansione del 13% rispetto all'anno precedente. Nonostante un leggero calo in Giappone e negli Stati Uniti, i due paesi hanno seguito la Cina come il più grande mercato per l'impiego del solare fotovoltaico nel mondo. India e Bangladesh completano una top five che rappresenta circa il 90% dei posti di lavoro solari fotovoltaici globali.

L'occupazione nell'industria eolica si è leggermente contratta lo scorso anno a 1,15 milioni in tutto il mondo, mentre i lavori impiegati nel settore si trovano in un numero relativamente piccolo di paesi, il grado di concentrazione è inferiore a quello del settore solare fotovoltaico. La Cina rappresenta il 44% dell'occupazione eolica globale, seguita dall'Europa e dal Nord America con il 30 e il 10% rispettivamente. La metà dei primi dieci paesi con la più grande capacità installata di energia eolica nel mondo sono europei.

Maggiori informazioni

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list