Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a set. 2018
Icona prezzo del petrolio
12 novembre 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 60,75 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
12 novembre 2018
Prezzo del carbonio (EU): 20,30 €/tCO2
Documentazione > news

torna alla lista news

28 maggio 2018

Nuova strategia Ue sulla plastica, stop a stoviglie, piatti e cotton fioc.

La Commissione Europea ha presentato oggi, lunedì 28 maggio, la nuova strategia europea sulla plastica monouso. Al bando piatti, posate, bicchieri, cotton fioc e altri prodotti in plastica. Inoltre, gli Stati europei dovranno impegnarsi a fissare obiettivi di riduzione dei contenitori in plastica monouso, mettendo a disposizione prodotti alternativi.

Oggi, lunedì 28 maggio, l'esecuivo comunitario ha presentato le nuove proposte per limitare l'uso della plastica monouso, principale responsabile dell'inquinamento di mari e oceani.

Nello specifico, la Commissione ha rivolto la propria attenzione verso 10 tipi di prodotti in plastica che, assieme alle canne da pesca, rappresentano complessivamente circa il 70% dei rifiuti marini.

Le nuove regole prevedono il bando di alcuni articoli in plastica monouso di cui esistano“alternative facilmente disponibili”. Nello speciico, i prodotti in questione sono cotton fioc, posate, piatti, cannucce, agitatori per bevande e bastoncini per i palloncini. Questi oggetti dovranno invece essere realizzati esclusivamente con materiali più sostenibili. I contenitori per bevande monouso in plastica saranno ammessi sul mercato solo se i loro tappi e coperchi restano attaccati.

La nuova strategia prevede che gli Stati membri introducano obiettivi di riduzione nazionali dei contenitori in plastica monouso, mettendo a disposizione prodotti alternativi nei punti vendita o garantendo che i prodotti in plastica monouso non possano essere forniti gratuitamente; gli Stati membri saranno anche obbligati a raccogliere il 90% delle bottiglie di plastica per bevande monouso entro il 2025, ad esempio attraverso sistemi di rimborso dei depositi.

Nuovi obblighi anche per i produttori, che dovranno contribuire a coprire i costi di gestione e pulizia dei rifiuti, nonché concetrarsi su misure di sensibilizzazione per contenitori di alimenti, pacchetti e confezioni (come per patatine e dolci), contenitori e tazze per bevande, prodotti del tabacco con filtri ( come mozziconi di sigarette), salviettine umidificate, palloncini e sacchetti di plastica leggeri. L'industria riceverà anche incentivi per sviluppare alternative meno inquinanti per questi prodotti.

 Gli obblighi riguarderanno anche le etichettature: alcuni prodotti come assorbenti igienici o salviettine umidificate dovranno avere indicata in etichetta la modalità di smaltimento del rifiuto, l’impatto ambientale negativo del prodotto e la presenza di materie plastiche nei prodotti.

L'iniziativa odierna si inserrisce all'interno della European Plastic Strategy per combattere l'inquinamento da plastica. Le misure proposte contribuiranno alla transizione dell'Europa verso un'economia circolare e al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e degli impegni dell'UE in materia di clima e di politica industriale.

La parola passa ora al Parlamento europeo e al Consiglio che dovranno esprimersi per l’adozione di questi provvedimenti

Maggiori informazioni

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list