Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a giugno 2018
Icona prezzo del petrolio
2 agosto 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 67,65 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
2 agosto 2018
Prezzo del carbonio (EU): 17,40 €/tCO2
Chiusura estiva ufficio
L'ufficio Kyoto Club rimarrà chiuso dal 13 al 24 agosto. A tutti i Soci e i lettori di Kyoto Club i migliori auguri per una serena pausa estiva.
Documentazione > news

torna alla lista news

31 luglio 2018

Sostenibilità, le Isole minori sono un laboratorio ideale per le sfide ambientali

Il nuovo Rapporto di Legambiente "Osservatorio sulle isole minori" analizza come 20 piccole Isole italiane stiano affrontando la gestione delle quattro principali sfide ambientali del nostro tempo: energia, economia circolare, acqua e mobilità. “Per affrettare la transizione 100% rinnovabile, servono una cabina di regia nazionale e un piano per il clima e la sostenibilità elaborato da ogni isola”.

Come stanno affrontando le questioni ambientali le piccole Isole Italiane?

Se lo chiede Legambiente nel rapporto Osservatorio sulle isole minori, nel quale mette sotto la lente di ingradimento come questi territori si stiano interfacciando ai quattro temi che rappresentano le sfide ambientali più urgenti per l’intero pianeta:  la gestione dell’energia, dell’economia circolare, dell’acqua e della mobilità.

L'organizzazione ambientalista prende in esame 20 isole abitate e non connesse alla rete elettrica nazionale: Capraia, Capri, Levanzo, Favignana, Marettimo, l'Isola del Giglio, le Tremiti, Lampedusa, Linosa, Pantelleria, Salina, Lipari, Stromboli, Panarea, Vulcano, Alicudi, Filicudi, Ponza, Ventotene e Ustica. 

Dal punto di vista energetico, il frame attuale evidenzia ritardi rilevanti rispetto agli altri Comuni italiani; ognuna di queste isole ha potenzialità di produzione da rinnovabili particolarmente elevate, ma nessuna raggiunge il 4% dei consumi elettrici soddisfatto da rinnovabili mentre il resto d’Italia supera il 32%

Sul fronte dei rifiuti, la raccolta differenziata si attesta in media sul 29% e potrebbe essere raddoppiata, anche con sistemi di raccolta e riciclo in loco per alcune filiere. Solo Pantelleria, Ventotene e Capri superavano nel 2016 la media nazionale del 52,5%, sostiene il rapporto.

Per quanto riguarda le risorse idriche, secondo il Cigno Verde,  occorre ridurre i consumi. " recuperando gli sprechi e le perdite di rete che sono in media del 40%". Stando allo studio, poi, tre quarti delle nostre isole minori non ha alcun sistema di trattamento delle acque reflue, e laddove esiste si è ben lontani da una gestione ottimale. Dalle dossier risulta che 12 isole su 20 (60%) fanno ancora totalmente o parzialmente affidamento alle navi cisterna per il rifornimento di acqua potabile e non, un servizio che le Regioni pagano a prezzo altissimo ai trasportatori.

Per affrontare queste criticità e affrettare il passo del cambiamento, Legambiente propone di creare presso il ministero dell’Ambiente una cabina di regia per accompagnare ogni isola nella realizzazione degli obiettivi che riguardano l’energia, i rifiuti, l’acqua, la mobilità sostenibile. Propone, inoltre, che ogni isola elabori un piano per il clima e la sostenibilità ambientale, con l'obiettivo di approfondire e individuare le soluzioni per arrivare a un modello energetico incentrato sulle fonti rinnovabili e per una corretta gestione circolare del ciclo dell’acqua e dei rifiuti.

Maggiori informazioni

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list