Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a gennaio 2018
Icona prezzo del petrolio
22 febbraio 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 61,10 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
22 febbraio 2018
Prezzo del carbonio (EU): 9,70 €/tCO2
Documentazione > news

torna alla lista news

12 dicembre 2017

One Planet Summit, a Parigi si cercano finanziamenti per progetti sul clima

Oggi, 12 dicembre, si tiene a Parigi la manifestazione One Planet Summit. Fortemente voluta dal presidente francese Emmanuel Macron, la kermesse punta a orientare gli investimenti finanziari a favore di progetti globali per il clima.

'Make our planet great again' è il motto del One Planet Summit, il minivertice sul clima che si tiene oggi - 12 dicembre - a Parigi fortemente voluto dal presidente francese Emmanule Macron e co-presieduto dall'ONU e dalla Banca Mondiale.

La formula è stata coniata dal responsabile dell'Eliseo all'indomani dell'annuncio shock del presidente statunitense Donald Trump di uscita degli Stati Uniti dall'Accordo di Parigi sul clima - avvenuto lo scorso giugno - e deforma lo slogan elettorale "Make Amercia Great Again" rilanciandolo in chiave ecologica.

Nella capitale francese si sono radunati oltre 50 Capi di Stato e di Governo  per raggiungere le migliaia di addetti ai lavori (tra governatori, sindaci, aziende, Ong, fondazioni benefiche, o anche star impegnate come Leonardo di Caprio o Marion Cotillard...) presenti all'Ile Seguin, l'isola di Boulogne-Billancourt dove si tiene l'evento.

Il vertice One Planet Summit non punta come le COP a creare un consenso multilaterale sul tema, ma a mobilitare all'istante chi è pronto ad agire subito, sopratutto a livello finanziario, siano essi Stati, Regioni, Città o aziende private.

Il grande escluso del vertice One Planet Summit è il presidente degli USa Donald Trump e l’amministrazione di Washington è rappresentata solamente da un ambasciatore. Ma “l’America è là”, hanno assicurato le autorità francesi: sono infatti presenti personalità autorevoli come l’ex governatore della California Arnold Schwarzenegger, l’ex sindaco di New York e fondatore della rete di metropoli C40 Michael Bloomberg, nonché uno degli ideatori di We are still in, associazione di città, stati federali, imprese e università che nonsi sono mobilitate contro le decisioni di Donald Trump in materia di ambiente.

Dopo quattro tavole rotonde durante la mattinata intitolate: “Cambiare la scala della finanza per l’azione sul clima”, “Una finanza verde per un’economia sostenibile”, “Accelerare l’azione locale e regionale per il clima” e “Rinforzare le politiche pubbliche per la transizione ecologica e solidale”, il pomeriggio verranno presentati una dozzina di progetti in corso in materia di finanziamento verde e si lascerà spazio al dialogo tra le amministrazioni pubbliche e la società civile. Durante la giornata si attendoo inoltre importanti annunci da parte di diverse multinazionali, banche e attori pubblici.

Macron: Trump farà marcia indietro su Accordo di Parigi. Donald Trump farà marcia indietro sul clima e riporterà gli Stati Uniti nell'accordo di Parigi, ma il presidente francese Emmanuel Macron non è disposto ad accettare le richieste del presidente americano, secondo cui i termini degli Stati Uniti dovrebbero essere rinegoziati. Lo ha detto lo stesso Macron nel corso di un'intervista alla Cbs. "Sì", ha affermato Macron rispondendo al giornalista che gli chiedeva se Trump cambierà idea sull'accordo di Parigi. E poi ha aggiunto: "Non sono pronto a rinegoziare, ma sono pronto a dargli il benvenuto se decidesse di tornare". L'intervista è andata in onda ieri sera, alla vigilia del vertice informale 'One Planet Summit' sul finanziamento di progetti a favore del clima voluto da Macron.

Galletti: mondo va avanti anche senza Trump, Italia all'avanguardia. "Il mondo va avanti, va avanti anche senza gli Stati Uniti e loro rischiano di perdere un'occasione per la loro economia e per il loro ambiente": il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, a margine del One Planet Summit, ha risposto così a chi chiedeva quale fosse il messaggio del vertice parigino rispetto alla decisione dell'amministrazione Usa di Donald Trump di uscire dagli accordi sul clima. "Siamo fra i Paesi al mondo che hanno il mix energetico più equilibrato", ha aggiunto Galletti. "Noi qui portiamo grandi risultati", ha affermato il ministro, evocando la "strategia energetica nazionale" adottata dall'Italia, che prevede "in modo molto esplicito di uscire dal carbone definitivamente nel 2025".

 

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list