Vuoi ricevere i prossimi numeri di KyotoClubNews?
Iscriviti alla mailing list!

CHIUDI QUESTA FINESTRA

Newsletter quindicinale - Numero 9/2011
KYOTOCLUBNEWS - Contro i cambiamenti climatici con nuove ENERGIE
Kyoto Club - Corsi di formazioneInfo AziendeGreen Globe BankingZeroEmissio RomeForlenerInfobuildenergiaGreen City Energy Enerpoint

 

EDITORIALE

Sarà una valanga di Sì. Poi cambiamo pagina

Fondamentale è rimuovere l'opzione atomica in Italia, ma non basta. Servirà una nuova e coraggiosa classe politica in grado di governare la rivoluzione energetica che è ormai in atto: obiettivo è decarbonizzare la produzione elettrica arrivando a soddisfare con le rinnovabili il 100% dei consumi entro il 2050. L'editoriale di Gianni Silvestrini.

Sarà una valanga di sì. E il raggiungimento del quorum nel referendum significherebbe ribadire, a distanza di 25 anni, il seppellimento di ogni velleità di risuscitare il nucleare in Italia. Ma, non basta rimuovere l'opzione atomica. Occorre guardare subito in avanti.

Dopo Chernobyl non ci fu la capacità di cambiare decisamente pagina. Oggi, con un'offerta di tecnologie verdi più consolidata e con costi decisamente minori, è possibile e necessario definire una strategia innovativa di lungo periodo. Si tratta di decarbonizzare la produzione elettrica arrivando a soddisfare con le rinnovabili il 100% dei consumi entro il 2050. Lo impongono la sfida climatica, la sicurezza degli approvvigionamenti e i benefici economici sul medio e lungo periodo.

Questo obbiettivo è ottenibile solo avviando, in contemporanea, una politica aggressiva sul lato dell'efficienza energetica. La Germania, anche in questo campo ha deciso di rompere un tabù, quello della incomprimibile crescita della domanda elettrica. Entro la fine del decennio i consumi tedeschi dovranno infatti ridursi del 10%, e questo malgrado nuove applicazioni innovative, come il milione di auto elettriche che saranno in strada nel 2020.

Per certi aspetti nel nostro paese la sfida della diffusione su larga scala delle rinnovabili è affrontabile con maggiori chances. Non dobbiamo uscire dal nucleare, la sovraccapacità di potenza termoelettrica consente di gestire l'intermittenza del sole e del vento, abbiamo impianti di pompaggio e possiamo rapidamente realizzarne centinaia di altri, il potenziale del solare è elevato, la nostra rete può più facilmente trasformarsi in smart grid.

Quello che ci manca però è una visione di lungo periodo, anzi una "visione" tout court. I recenti segnali di cambiamento (inclusi, quelli che verranno dai referendum), fanno comunque sperare che anche in Italia si possa far piazza pulita degli oscurantisti che mettono in discussione la scienza del clima e contemporaneamente puntano alle tecnologie del passato come il nucleare.

E lavorare perché, partendo dal basso, si possa disegnare un futuro pulito e possa emergere una nuova classe politica in grado di governare con coraggio la tumultuosa rivoluzione che è partita.

(continua...)

Gianni Silvestrini - Direttore Scientifico del Kyoto Club

 

EVENTI E CORSI DEL KYOTO CLUB

24/06/2011 - 

Protocollo ITACA - La certificazione di sostenibilità ambientale degli edifici - Roma

Presso la Sala "Renato Biagetti", Città dell'AltraEconomia

15/07/2011 - 

Corso di formazione
Certificazione della sostenibilità degli edifici: Corso "Esperto Protocollo ITACA" per professionisti (modulo base) - Roma

16/09/2011 - 

Corso di formazione
Iter autorizzativo, analisi fiscale e finanziaria e sistemi di incentivazione per la costruzione di impianti fotovoltaici di media e grande taglia - Roma

24/09/2011 - 

Corso di formazione
La generazione di energia attraverso le biomasse legnose: aspetti tecnici, autorizzativi e meccanismi di incentivazione - Fiera Forlener'11 - Gaglianico (BI)

 

COMUNICATI

31/05/2011 - 

Un gruppo di professionisti e dirigenti dei Comuni di Bari e di Barletta a Friburgo con Kyoto Club e CISEM Bari

Partirà l'8 giugno il viaggio – studio a Friburgo e a Basilea organizzato dal Centro Studi Alta Formazione e Ricerca di Bari, in collaborazione con Kyoto Club, e rivolto a un gruppo di liberi professionisti e dirigenti dei Comuni di Bari e di Barletta.

 

NEWS

9/06/2011 - 

La distanza dalle centrali nucleari e il rischio di cancro

Un argomento spesso trascurato nel dibattito sul nucleare è l'impatto sulla salute umana dei radionuclidi emessi dalle centrali atomiche in condizioni di normale funzionamento. Qualenegria.it pubblica un articolo della professoressa Cristina Rinaldi della facoltà di Medicina dell'Università La Sapienza di Roma.

8/06/2011 - 

A Fukushima siamo ben oltre la fusione del nocciolo

Fonti ufficiali giapponesi ritengono probabile che il combustibile nucleare in tre reattori (1, 2 e 3) dell'impianto atomico di Fukushima si sia fuso e fuoriuscito, attraverso il contenitore a pressione, anche all'esterno del contenitore principale. La situazione peggiore che si può verificare in un incidente nucleare.

7/06/2011 - 

Referendum sul nucleare, arriva il sì della Consulta

La Consulta ha deciso di rendere ammissibile il nuovo quesito nucleare riformulato dalla Cassazione dopo le modifiche contenute nel DL omnibus. Il 12 e 13 giugno si voterà anche per il referendum sull'atomo.

7/06/2011 - 

Biomassa, una grande opportunità per l'Europa

è partita il 6 giugno la 19ª European Biomass Conference and Exhibition, organizzata da WIP – Renewable Energies con il supporto di ETA – Florence Renewable Energies e con il coordinamento scientifico della Commissione europea. L'evento si svolge a Berlino fino al 10 giugno 2011.

6/06/2011 - 

Un Decreto legge per lo sviluppo "insostenibile"

Ancora scorciatoie per sostenere la colata del partito del cemento, privatizzazioni selvagge di beni pubblici e riduzione della concorrenza. Un articolo di Anna Donati, coordinatrice del Gruppo di Lavoro 'Mobilità sostenibile' del Kyoto Club.

30/05/2011 - 

Le sfide della Germania dopo l'uscita dal nucleare

Dopo la decisione di chiudere entro il 2022 i suoi 17 reattori, che fornivano il 22% del fabbisogno elettrico, la Germania affronta senza l'atomo la sfida di soddisfare il fabbisogno energetico riducendo le emissioni del 40% al 2020. Efficienza e rinnovabili i pilastri della nuova politica energetica del governo di centrodestra tedesco. L'editoriale di Gianni Silvestrini.

26/05/2011 - 

La Svizzera prepara l'abbandono del nucleare

L'esecutivo ha stabilito di non costruire più nuove centrali quando quelle esistenti termineranno il loro ciclo produttivo. Con questo fuoriuscita graduale dall'atomo, l'ultima centrale dovrebbe chiudere nel 2034.

26/05/2011 - 

Ricette per evitare il collasso ambientale ed economico

L'Earth Policy Institute propone da tempo il cosiddetto Piano B, un pacchetto di soluzioni molto articolate per combattere i cambiamenti climatici e le loro conseguenze, uscendo dalla logica del business as usual. Qualenergia.it ne ha parlato con Janet Larsen, direttore della ricerca dell'istituto e alter ego del presidente Lester Brown.

 

RAPPORTI E DOCUMENTI

6/06/2011 - 

13 domande sul nucleare per sapere quello che non vi dicono

"Tutto quello che avete il diritto di sapere sul nucleare e che non vi hanno mai detto", è il sottotitolo del documentatissimo rapporto di Zabot e Monguzzi che risponde a 13 domande che sfatano tutti i miti che circondano l'atomo e che da mesi sono serviti per preparare il consenso sul ritorno al nucleare dell'Italia.

27/05/2011 - 

L'umanità e la sua folle corsa al consumo di risorse naturali

Entro il 2050 potrebbe esserci un collasso globale determinato dall'incontrollato utilizzo delle risorse naturali. Due studi, presentati ieri a Bruxelles dalla Commissione europea e dall'Unep, analizzano gli effetti dell'uso inefficiente delle risorse.

 

NEWS DAI SOCI

30/05/2011 - 

Ambiente Italia premiata alla Conferenza Internazionale di Architettura

Il Premio Solare Europeo 2009-2010 promosso da EuroSolar è stato assegnato, tra gli altri, a tre progetti che fanno parte del portfolio di Ambiente Italia.

25/05/2011 - 

Il progetto Bio Tyre di Novamont in una pubblicazione della Commissione Europea

Il lavoro di Novamont e Goodyear al progetto Bio Tyre è raccontato in una pubblicazione della Commissione Europea dal titolo "LIFE and resource efficiency: Decoupling growth from resource use".

 

KYOTO CLUB SULLA STAMPA

9/06/2011 - 

"Un milione di posti in 5 anni, l'Italia nel verde può crescere" (pdf)

L'analisi e le previsioni di Gianni Silvestrini, direttore scientifico del Kyoto Club, sull'impatto economico e occupazionale della green economy.

2/06/2011 - 

"Si rischia senza vantaggi economici, Chernobyl e Fukushima non bastano?" (pdf)

Non bastano due incidenti terribili in meno di trent'anni per decidere finalmente di sbarazzarci del nucleare? Il corriere della sera intervista Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia.

30/05/2011 - 

Silvestrini: "Nucleare? Il mio nome è mai più"

Il nostro Governo frena sul provvedimento, ma il direttore scientifico di Kyoto Club è convinto che non potremo mai costruire nuove centrali. L'intervista di I AM - Informazione & Ambiente a Gianni Silvestrini.

 

VIDEO

9/06/2011 - 

Fermiamo il nucleare

Lo spot del Comitato referendario "Vota Sì per fermare il nucleare".

8/06/2011 - 

Il Wwf e i referendum del 12 e 13 giugno

Stefano Leoni, Presidente di Wwf Italia, spiega perchè votare sì ai referendum del 12 e 13 giugno.

7/06/2011 - 

La vera storia del nucleare in Italia in 2 minuti

Il 12 e 13 giugno 2011 gli italiani sono chiamati a votare anche sul nucleare. Questo video in due minuti illustra la storia dell'atomo in Italia

 

ALTRI EVENTI

14/06/2011 - 

Green Globe Banking Conference - Milano

Il ruolo del sistema bancario italiano nell'era della Green Economy. Il 14 giugno a Milano si svolgerà la quinta edizione dell'iniziativa organizzata da Globiz e dedicata al marketing bancario "verde".

15/06/2011 - 

Programmi Comunitari e Ambiente: opportunità finanziarie, strumenti operativi - Roma

Giornata formativa organizzata dal Ministero dell'Ambiente e dal Dipartimento per Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l'EIPA e il centro di ricerca "Vittorio Bachelet" della Luiss.

17/06/2011 - 

Stati Generali del settore Legno Energia - Verona

Diamo voce alla principale fonte energetica rinnovabile del paese.

24/06/2011 - 

Il prezzo del paesaggio - Chi pensa al paesaggio nelle Alpi? - Bolzano

Conferenza internazionale organizzata dal Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi, il Club Alpino Italiano e l'Alpenverein austriaco.

30/06/2011 - 

Edifici e strutture in legno: analisi delle tipologie, comfort abitativo ed esempio relizzativo - Montesilvano (PE)

Ecosostenibilità, risparmio energetico e sicurezza antisismica questi gli argomenti che saranno affrontati nel convegno organizzato dall'azienda A.M. Legno.

01/07/2011 - 

Costruzioni sostenibili e protocollo LEED: il ruolo degli isolanti termici in poliuretano espanso rigido - Trento

Convegno organizzato dall'ANPE (Associazione Nazionale Poliuretano Espanso rigido).

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list