Sharing economy e resilienza, le due parole chiave di un futuro sostenibile

La sharing economy, la resilienza e un Premio per le eccellenze imprenditoriali e territoriali italiane. Il 13 aprile a Vterbo si svolgerà "Verso Ecoincentriamoci", organizzato da Econews, in collaborazione con Kyoto Club e l’azienda green Primaprint.

5 aprile 2016

<p>“Verso Ecoincentriamoci. L’economia partecipata e i nuovi modelli di sviluppo sostenibile dei territori”. Si tratta del primo appuntamento di avvicinamento ad Ecoincentriamoci, l’evento annuale organizzato per ottobre prossimo che vedrà a confronto tutti i protagonisti della scena ambientale nazionale ed internazionale.

Il convegno, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Regione Lazio, dell’Università della Tuscia e del Comune di Viterbo, ha come obiettivo quello di offrire una chiave interpretativa dell’economia collaborativa che rappresenta un passo importante di cambiamento, anche culturale, della società italiana e rilevare le nuove richieste dei territori in fatto di sostenibilità ambientale. Sarà anche l’occasione per presentare la prima edizione del Premio Italian Resilient Award, che verrà assegnato a quei territori e a quelle aziende che hanno intrapreso la strada dello sviluppo sostenibile e stanno attuando politiche vicine al concetto di resilienza, politiche cioè che interpretano i cambiamenti e innescano processi di transizione, trasformazione ed adattamento.

“Abbiamo voluto dare a questo appuntamento –ha osservato Simonetta Badini, ideatrice di Ecoincentriamoci e coordinatrice del gruppo di lavoro Comunicazione e Partecipazione ambientale del Kyoto Club- un format che valorizzi la visione globale dell’economia partecipate, ma che metta anche in primo piano i territori che costituiscono il tessuto connettivo dell’Italia”.
Viterbo- 13 aprile, Sala Regia di Palazzo dei Priori, ore 9:30

Per informazioni visita la pagina Facebook dedicata a Ecoincentriamoci

Per registrazioni e informazioni

</p>


↑ torna in cima