Verso Ecoincentriamoci. L’economia partecipata e i nuovi modelli di sviluppo sostenibile dei territori

Il 13 aprile a Viterbo si svolgerà il convegno organizzato da Econewsweb.it, in collaborazione con Kyoto Club e Primaprint, dal titolo "Verso Ecoincentriamoci". Tra i temi di questa edizione: sharing economy e resilienza. Durante l'evento, la presentazione ufficiale del Premio di eccellenza "Italian Resilient Award".

29 marzo 2016 Fonte: Kyoto Club

<p>EcoNewsweb.it, Kyoto Club e Primaprint organizzano il 13 aprile a Viterbo "Verso Ecoincentriamoci. L’economia partecipata e i nuovi modelli di sviluppo sostenibile dei territori", un primo appuntamento "di avvicinamento" all’evento di ottobre.
Il convegno, che vede il patrocinio di: Università degli Studi della Tuscia Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, offrirà un approfondimento sul tema dell’economia partecipata, della sharing economy e della resilienza come chiavi vincenti per uno sviluppo sostenibile dei nostri territori.

Durante l’evento sarà presentato ufficialmente il Premio di eccellenza "Italian Resilient Award" il cui obiettivo è mettere in luce e promuovere le opportunità offerte da una condivisione delle azioni nel campo della sharing economy e dell’economia circolare, grazie a un aggiornamento di contenuti, una classificazione e diffusione di buone pratiche realizzate.
Il Premio intende quindi porre l’accento sull’importanza di condivisione per una migliore qualità degli interventi verso un modello di sviluppo sostenibile.

Si svolgeranno due tavole rotonde, una dedicata ai modelli di economia partecipata ed una alle aziende e al territorio nel perseguimento della sostenibilità, saranno introdotte da Simonetta Badini, ideatrice del format Ecoincentriamoci e coordinatrice del gruppo di lavoro "Comunicazione e Partecipazione ambientale" del Kyoto Club, che presenterà anche il premio

Maggiori informazioni: programma (pdf).

Leggi l’approfondimento dedicato all’evento a cura di Econews.

Visita la pagina Facebook dedicata a Ecoincentriamoci!

</p>


↑ torna in cima