Gas serra, mozione Pd: "Contenere aumenti climatici entro i 2 gradi"

Stella Bianchi: «Il governo sia protagonista al vertice Onu a Parigi»

15 luglio 2015

<p>Più di 130 deputati del PD chiedono al governo di essere protagonista alla Conferenza delle parti dell’Unfccc di Parigi «per raggiungere un accordo globale vincolante di riduzione delle emissioni di gas serra in grado di contenere a non più di due gradi l’aumento della temperatura media globale rispetto ai livelli precedenti alla rivoluzione industriale».

Tra i firmatari della mozione ci sono Ettore Rosato, Lorenzo Guerini, Ermete Realacci, Enrico Borghi, Chiara Braga, Roberto Giachetti, Marina Sereni, Guglielmo Epifani, Enzo Amendola, Emanuele Fiano, Matteo Richetti, Lorenza Bonaccorsi, Walter Verini, Alessia Rotta, Andrea Martella e Silvia Fregolent.

La prima firmataria della mozione, la, deputata PD Stella Bianchi, che fa parte della commissione ambiente, ha sottolineato che «Alla necessaria e forte azione di mitigazione e quindi di riduzione delle emissioni di gas serra dovuti all’uso di combustibili fossili, carbone, petrolio e gas, deve accompagnarsi l’adozione della strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici e l’attuazione di un piano nazionale con risorse e interventi specifici per mettere in sicurezza il nostro territorio. Strategiche sono le azioni dei sindaci e delle amministrazioni locali per rendere le città più intelligenti nel fornire servizi con un uso efficiente delle risorse naturali e dell’energia e resilienti di fronte all’impatto dei cambiamenti climatici. Va ripensato il nostro modo di produrre energia con una attenzione anche alla strategia energetica nazionale e avviata una politica industriale che promuova tecnologie e attività economiche a bassissimo impatto di carbonio. Qui si giocherà il futuro, nella nuova economia a bassissime emissioni di carbonio, qui si apriranno nuovi mercati e l’Italia dovrà essere in prima fila».

Articolo completo e testo integrale della mozione.</p>


↑ torna in cima

Gas serra, mozione Pd: "Contenere aumenti climatici entro i 2 gradi"

Stella Bianchi: «Il governo sia protagonista al vertice Onu a Parigi»

15 luglio 2015

<p>Più di 130 deputati del PD chiedono al governo di essere protagonista alla Conferenza delle parti dell’Unfccc di Parigi «per raggiungere un accordo globale vincolante di riduzione delle emissioni di gas serra in grado di contenere a non più di due gradi l’aumento della temperatura media globale rispetto ai livelli precedenti alla rivoluzione industriale».

Tra i firmatari della mozione ci sono Ettore Rosato, Lorenzo Guerini, Ermete Realacci, Enrico Borghi, Chiara Braga, Roberto Giachetti, Marina Sereni, Guglielmo Epifani, Enzo Amendola, Emanuele Fiano, Matteo Richetti, Lorenza Bonaccorsi, Walter Verini, Alessia Rotta, Andrea Martella e Silvia Fregolent.

La prima firmataria della mozione, la, deputata PD Stella Bianchi, che fa parte della commissione ambiente, ha sottolineato che «Alla necessaria e forte azione di mitigazione e quindi di riduzione delle emissioni di gas serra dovuti all’uso di combustibili fossili, carbone, petrolio e gas, deve accompagnarsi l’adozione della strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici e l’attuazione di un piano nazionale con risorse e interventi specifici per mettere in sicurezza il nostro territorio. Strategiche sono le azioni dei sindaci e delle amministrazioni locali per rendere le città più intelligenti nel fornire servizi con un uso efficiente delle risorse naturali e dell’energia e resilienti di fronte all’impatto dei cambiamenti climatici. Va ripensato il nostro modo di produrre energia con una attenzione anche alla strategia energetica nazionale e avviata una politica industriale che promuova tecnologie e attività economiche a bassissimo impatto di carbonio. Qui si giocherà il futuro, nella nuova economia a bassissime emissioni di carbonio, qui si apriranno nuovi mercati e l’Italia dovrà essere in prima fila».

Articolo completo e testo integrale della mozione.</p>


↑ torna in cima