A+COM, premiati i migliori Piani d’azione per l’energia sostenibile

Il 26 maggio si è svolta a Terra Futura la cerimonia di premiazione del premio A+COM, promosso da Alleanza per il Clima e Kyoto Club. Nove i Comuni premiati nelle 4 categorie in gara suddivise in base al numero di abitanti.

28 maggio 2012

<p>Sono stati<b> nove</b>, tra i vincitori delle 4 categorie in gara (divise in base al numero di abitanti: Montaione, Castelnuovo del Garda, Lodi, Castelfranco Emilia e Genova), i segnalati (Palena e Villasanta) e i meritevoli di una menzione (Bari e Firenze),<b> i Comuni premiati</b> nella prima edizione di A+COM, il riconoscimento promosso da Alleanza per il Clima Italia e Kyoto Club per incoraggiare e stimolare le amministrazioni comunali a dotarsi di Piani d’azione per l’energia sostenibile (PAES) che siano strumenti di lavoro ambiziosi, qualificati e operativi.</p><p><b>Sabato 26 maggio a Firenze</b>, in occasione di <b>Terra Futura</b>, mostra convegno delle buone pratiche di sostenibilità ospitata alla Fortezza da Basso di Firenze, si è l’iniziativa congiunta che ha visto la Cerimonia di premiazione e la XIII Assemblea Nazionale dei Soci del Coordinamento Agende 21 Locali Italiane. All’incontro sono intervenuti, tra gli altri, anche Ermete Realacci, presidente della fondazione Symbola, Monica Frassoni, co-presidente del Partito verde Europeo e Anna Marson, assessore all’Urbanistica della Regione Toscana.</p><p>"<b>Non è stato semplice fare la selezione dei migliori Paes</b> – spiegano dall’organizzazione – poiché la qualità mediamente elevata dei piani esaminati ha reso necessario utilizzare ulteriori criteri trasversali di valutazione nella selezione dei piani eligibili o premiabili, rispetto a quelli inseriti nel regolamento". </p><p>Alla fine sono stati<b> 55</b> – sui circa 250 che hanno presentato un proprio PAES tra il 2010 e il 2011 – i <b>comuni che hanno deciso di iscriversi al premio</b>. <br />Un dato importante, che ben dimostra il <b>crescente interesse delle amministrazioni locali verso politiche legate alle future esigenze del territorio</b>: il Piano di azione per l’energia sostenibile non è più considerato alla stregua di una "velleità", ma è sempre più un passo necessario per intervenire concretamente sulla sostenibilità – e vivibilità – del proprio ambiente. Per la grande trasformazione verso un’economia verde nei prossimi anni e decenni gli enti locali e territoriali avranno un ruolo chiave e i Piani di Azione Energia Sostenibile costituiscono la roadmap e il quadro di riferimento di questo processo. </p><p>"Redigere i PAES – proseguono da Alleanza per il Clima – ha rappresentato per questi comuni <b>fare</b> anzitutto<b> un passo avanti nella propria ‘coscienza energetica’</b>, acquisire e organizzare dati e informazioni, ragionare in maniera concertata con vari uffici interni e diversi stakeholder circa le azioni che si stanno iniziando e quelli che si intendono cominciare per migliorare la sostenibilità dell’amministrazione e della città tutta".</p><p>Per maggiori informazioni sulle motivazioni dei premi assegnati: <a href="http://www.climatealliance.it/109-125/ITA/A+COM,%20i%20migliori%20Piani%20di%20azione%20per%20l%27energia%20sostenibile%20d%27Italia%20premiati%20a%20Terra%20Futura">Alleanza per il Clima</a>. <br /> <br /></p>


↑ torna in cima