Premio A+COM, a Terra Futura i migliori Piani di Azione per l’Energia Sostenibile per il Patto dei Sindaci

Il grande interesse e afflusso di candidature – più di 50 – per il Premio A+COM riflette la vitalità del Patto dei Sindaci in Italia. I PAES (Piani di Azione Energia Sostenibile) vincitori della prima edizione del concorso promosso da Alleanza per il Clima Italia e Kyoto Club verranno premiati a Firenze, in occasione della nona edizione di Terra Futura.

11 maggio 2012

<p>Si terrà nella mattinata di sabato <b>26 maggio</b>, nell’ambito di <a href="https://www.kyotoclub.org/prossimi-eventi/2012-mag-25/terra_futura/docId=2709">Terra Futura</a>, a Firenze,, l’appuntamento dedicato ai vincitori della prima edizione del <b>Premio A+COM</b> per i migliori Piani Azione Energia Sostenibile (PAES). <br />I relatori dell’incontro affronteranno inoltre il ruolo degli enti locali per la Green Economy e la strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici, elemento chiave per uno sviluppo locale capace di futuro. Nella seconda parte della mattinata si svolgerà la XIII Assemblea Nazionale dei Soci del Coordinamento Agende 21 Locali Italiane. </p><p>Promosso da <b>Alleanza per il Clima Italia</b> e<b> Kyoto Club</b>, il concorso A+COM è nato dalla volontà di incoraggiare e stimolare le amministrazioni comunali a dotarsi di Piani che siano strumenti di lavoro ambiziosi, qualificati e operativi. Alla fine sono stati 55 – sui circa 250 che hanno presentato un proprio PAES tra il 2010 e il 2011 – i comuni che hanno deciso di iscriversi al premio. Un dato importante, che ben dimostra il crescente interesse delle amministrazioni locali verso politiche legate alle future esigenze del territorio: il Piano Azione Energia Sostenibile non è più considerato alla stregua di una "velleità", ma è sempre più un passo necessario per intervenire concretamente sulla sostenibilità – e vivibilità – del proprio ambiente. Per la grande trasformazione verso un’economia verde nei prossimi anni e decenni gli enti locali e territoriali avranno un ruolo chiave e i Piani di Azione Energia Sostenibile costituiscono la roadmap e il quadro di riferimento di questo processo.</p><p>Il convegno di sabato 26 maggio a Terra Futura, con i contributi di Ermete Realacci, presidente della fondazione Symbola e Sergio Castellari, responsabile per la Strategia Nazionale di Adattamento ai cambiamenti climatici, sarà occasione per <b>presentare e premiare Piani di Azione Energia sostenibile di eccellenza</b> e per <b>delineare il quadro nazionale ed europeo di politica energetica</b>. <br />C’è da aspettarsi, infatti, che nel giro di un paio d’anni saranno circa 1000 i PAES approvati nei vari comuni italiani, un insieme di tasselli importantissimi per la definizione di un più ampio Piano energetico nazionale. In tal senso occorrerà agire soprattutto in ambito locale, evidenziando i potenziali ancora non espressi e mobilitando le capacità di azione delle comunità locali, per mettere in moto il processo di trasformazione verso un’Italia dotata di energia intelligente. </p><p><br /></p>


↑ torna in cima