Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Commissione Europea: 268 milioni di euro in progetti di ricerca per la ripresa economica e la sostenibilità

I progetti di ricerca saranno sviluppati in tre settori del mercato quali le fabbriche del futuro, efficienza energetica degli edifici e auto verdi con l’obiettivo di tagliare le emissioni climalteranti. l\’iniziativa nell\’ambito del Piano Europeo di ripresa economica.

20 luglio 2009 Fonte: Ipcc Italia

<p>La Commissione Europea e oltre 800 rappresentanti delle imprese e della ricerca in Europa hanno annunciato che saranno stanziati <b>268 milioni di euro per progetti di ricerca</b> in tre settori del mercato importanti per favorire la ripresa economica, renderla più sostenibile e basata sulle conoscenze scientifiche e contribuire a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra dell’UE e del mondo. I settori sono i seguenti:</p><p>• <b>“Fabbriche del futuro”</b> (1,2 miliardi di euro), per promuovere la competitività delle imprese europee a livello mondiale, in particolare le piccole e medie imprese, migliorando le loro conoscenze e l’uso delle tecnologie del futuro;</p><p>• <b>“Efficienza energetica degli edifici”</b> (1 miliardo di euro), per promuovere le tecnologie eco&#8208;compatibili e lo sviluppo di sistemi e materiali efficienti dal punto di vista energetico, riducendo il consumo energetico degli edifici europei, responsabili anche di un terzo delle emissioni di CO2 dell’UE;</p><p>• <b>“Auto verdi”</b> (1 miliardo di euro), per lo sviluppo di nuove forme sostenibili di trasporto stradale.</p><p>L’iniziativa rientra nell’ambito del <b>Piano Europeo di ripresa economica</b> che prevede uno stanziamento complessivo di 3,2 miliardi di euro per la ricerca nel periodo 2010&#8208;2013 tramite i tre partenariati pubblico privato (Public Private Partnership &#8208; PPP), finanziati in parti uguali dalle imprese e dalla Commissione (tramite il Settimo Programma Quadro per la Ricerca e lo Sviluppo), mirati a far convergere gli interessi pubblici e quelli delle imprese.</p><p>Il primo invito per la presentazione delle proposte sarà lanciato ufficialmente il 30 luglio e i progetti dovrebbero partire entro la metà del 2010.</p><p></p>

Leggi l'articolo originale.


↑ torna in cima