Poste Energia, sostenibilità e attenzione ambientale

Tra i protagonisti del 9° Osservatorio Nazionale sullo Stile di Vita Sostenibile anche Stefano Fumi, Responsabile Energia di PostePay.

25 ottobre 2023 Poste Italiane

Sono sempre di più gli italiani che credono nelle energie rinnovabili e che ritengono che queste rappresentino qualcosa di importante su cui investire, nell’immediato e nel prossimo futuro. Un’occasione interessante per trattare in modo sistematico e approfondito queste tematiche è il 9° Osservatorio Nazionale sullo Stile di Vita Sostenibile. L’evento rappresenta un progetto immaginato e realizzato da LifeGate, in collaborazione con l’istituto di ricerche di mercato Eumetra. L’edizione 2023 dell’Osservatorio vanta il patrocinio di Commissione Europea, Parlamento Europeo, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Regione Lombardia, Comune di Milano, Assolombarda, Confcommercio e Connect4Climate ed è stata realizzata con il supporto, tra gli altri, anche di Poste Italiane.

I traguardi di Poste Energia

In questo contesto, si è rivelato centrale il ruolo e l’intervento di Stefano Fumi, Responsabile Energia di PostePay, che ha presentato le caratteristiche dell’offerta luce e gas dell’azienda che nel febbraio scorso ha segnato l’ingresso del Gruppo Poste Italiane nel mercato energy superando già i 400.000 contratti.
Con attenzione alla sostenibilità: “L’offerta Poste Energia prevede la fornitura solo di energia proveniente da fonti rinnovabili italiane, certificata tramite Garanzie D’Origine dal GSE,e la compensazione delle emissioni di CO2 del gas venduto tramite l’acquisto di crediti di carbonio che attestano il nostro supporto a progetti internazionali volti a ridurre i gas serra e a migliorare le condizioni di vita delle persone”.

Continua a leggere su TGPoste


↑ torna in cima