In base a un nuovo report, il cambiamento climatico influisce sulla qualità di vita dei pazienti affetti da patologie respiratorie non solo in termini di salute fisica, ma anche di benessere generale

Chiesi discuterà i risultati del report con un gruppo di esperti in materia di politiche sanitarie e climatiche in occasione di una tavola rotonda a Milano.

7 settembre 2023 Chiesi Farmaceutici

In occasione della Giornata internazionale dell’aria pulita per i cieli blu, un nuovo report dell’Economist Impact intitolato “Cleaner air, clearer lungs, better lives: exploring the intersection of air quality, health inequalities and lung health” (Aria più pulita, polmoni più liberi, vite migliori: alla scoperta dell’intersezione tra qualità dell’aria, disuguaglianze sanitarie e salute polmonare) svela nuovi spunti di riflessione sull’interazione tra qualità dell’aria, salute polmonare e disparità socioeconomiche.

Il report è supportato da Chiesi, gruppo biofarmaceutico internazionale orientato alla ricerca, specializzato in soluzioni per la salute delle vie respiratorie. A Milano Chiesi riunisce oggi un panel di professionisti sanitari, scienziati ambientali e associazioni di pazienti in un evento intitolato “Patient Perspectives on the Impact of Climate Change on Respiratory Wellbeing (Prospettive per i pazienti sull’impatto dei cambiamenti climatici sul benessere respiratorio)” in cui saranno presentati i principali risultati del documento. Puntando i riflettori su coloro che subiscono, sulla propria salute, gli effetti nefasti della crisi climatica, Chiesi intende contribuire a prevenire questa grave minaccia per la salute e promuovere una maggiore comprensione e collaborazione tra esperti di sostenibilità e salute.

Il sondaggio dell’Economist Impact e l’analisi della letteratura che l’accompagna, analizzando a fondo le esperienze di persone affette da malattie polmonari in cinque Paesi chiave (Regno Unito, Italia, Spagna, Germania e Francia), suggeriscono che i fattori legati al clima hanno un impatto significativo sulla qualità di vita, non solo in termini di salute fisica, ma anche di benessere complessivo. Il sondaggio esplora, inoltre, il modo in cui questo impatto possa interagire con altri parametri sociali, come l’istruzione, il reddito e lo stato socioeconomico complessivo, richiedendo soluzioni olistiche di politica sanitaria.

Sulla base di questi risultati, Chiesi presenta all’evento le seguenti raccomandazioni programmatiche:

  • Riconoscere l’impatto dei fattori legati al clima, come le ondate di calore e l’aumento delle concentrazioni di pollini, sulla qualità di vita complessiva dei pazienti affetti da patologie respiratorie, senza limitarsi alla sola salute polmonare;
  • Prevedere che il cambiamento climatico possa ulteriormente aggravare questi problemi e quindi promuovere politiche sanitarie olistiche legate al clima;
  • Affrontare le esigenze specifiche dei pazienti affetti da malattie respiratorie nell’ambito di strategie più ampie di adattamento al clima e di equità sanitaria, incentrate su: educazione dell’opinione pubblica sull’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute respiratoria, miglioramento dell’equità di accesso all’assistenza sanitaria e fornitura di un supporto personalizzato alle persone affette da malattie respiratorie durante gli eventi meteorologici estremi;
  • Incoraggiare i principali attori della catena del valore dell’assistenza sanitaria ad adottare pratiche sostenibili che riducano l’impatto ambientale e promuovano la salute delle vie respiratorie;
  • Facilitare la collaborazione e promuovere il dialogo tra operatori sanitari, esperti ambientali, rappresentanti del mondo dell’industria e delle comunità e gruppi di difesa dei pazienti. Ciò consentirà di formulare politiche per la salute respiratoria sulla base di prospettive diverse, culturalmente sensibili ed efficaci nel mitigare gli effetti nefasti del cambiamento climatico sulla salute respiratoria;
  • Dare priorità a ricerche che esaminino l’intersezione tra salute respiratoria e cambiamenti climatici, ossia i rischi specifici, le vulnerabilità e le strategie di adattamento per le persone affette da patologie respiratorie. 

Leggi l’articolo completo


↑ torna in cima