Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Economia circolare: l’agricoltura al centro. Food, energia, servizi ambientali in un’unica impresa!

Walter Righini FIPER: Rimettere al centro della politica economica il settore primario del Biogas.

26 febbraio 2018 Fiper

Il 24 febbraio si è tenuto a Caramagna, in Piemonte, il Convegno “Il contributo del settore BIOGAS per lo sviluppo e l’integrazione delle filiere agricole: quale futuro dopo la nuova Strategia Energetica Nazionale” organizzato dal Consorzio Monviso Agroenergia in collaborazione con FIPER (Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili). 

Ha aperto i lavori Andrea Olivero, viceministro alle Politiche Agricole Forestali e Alimentari, che ha ribadito l’importanza che il biogas agricolo riveste per lo sviluppo e per una maggiore competitività dell’agricoltura italiana e l’impegno da parte del MIPAAF a favorire una maggiore diffusione delle bioenergie. 

Walter Righini, presidente FIPER, invita le istituzioni e i politici presenti in sala a: “Rimettere al centro della politica economica il settore primario del Biogas, che può e deve svolgere un ruolo di primo piano nella strategia Clima -energia italiana per conseguire gli obiettivi definiti nel corso dell’accordo di Parigi. Le prospettive di sviluppo del settore biogas e della filiera legno-energia, presuppongono una maggiore integrazione e sinergia tra filiere produttive, in particolare quella energetica e agroalimentare, nell’ottica di promuovere fattivamente l’economia circolare”.  

Gli impianti biogas del Consorzio Monviso Agroenergia, ad oggi 121, producono ogni anno 520.000 MWh di elettricità e circa altrettanto di energia termica. Essi trattano ogni anno circa 1.100.000 ton. di effluenti zootecnici, sottoprodotti e prodotti agricoli, creando un indotto sul sistema agricolo di circa 145 M€ su circa 1.500 imprese agricole legate al territorio. 

"I produttori del settore biogas agricolo hanno bisogno di un quadro normativo e strategico chiaro per poter pianificare in modo corretto gli investimenti in ambito energetico" ha sottolineato Dario Solavaggione, Presidente del CMA che ritiene anche che "il contributo che il settore biogas ha dato in termini di servizi per l’ambiente e di chiusura delle filiere agricole all’insegna dell’economia circolare è molto importante e deve, in futuro, essere rafforzato sfruttando anche la grande potenzialità di produzione di gas rinnovabile (biometano)". 

Continua a leggere


↑ torna in cima