Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Nuove garanzie per la pasta biologica

Il Direttore dell’ICEA spiega i vantaggi dell’agricoltura biologica per chi ama la cucina sana, libera da pesticidi.

21 aprile 2015 SGAMBARO

<p>Dagli ultimi dati emerge che i consumatori apprezzano sempre di più alimenti provenienti da coltivazione biologica. Sgambaro ha avviato fino dal 2004 una produzione di pasta biologica e questo è un tema verso cui l’azienda nutre particolare attenzione.

Qui di seguito l'intervista con Alessandro Pulga, Direttore dell’ICEA (Istituto di Certificazione Etica e Ambientale) sui vantaggi dell'agricoltura biologica.

Quali sono le garanzie per chi consuma pasta biologica?
Il grano e la pasta biologica sono controllati in tutte le fasi della loro produzione al fine di verificare che non contengano antiparassitari di sintesi chimica (compresi gli acaricidi e insetticidi utilizzati duranti le fasi di stoccaggio), né OGM, se non in tracce dovute purtroppo a contaminazioni accidentali e tecnicamente inevitabili.
Per conservare il grano convenzionale, non biologico, spesso si utilizzano sostanze di sintesi come la fosfina o, ancor peggio, il piriminphos-metile, una sostanza molto persistente che si può ritrovare anche nella farina e nella pasta, seppur in concentrazioni ammesse dalla legge. Grazie all’agricoltura biologica queste sostanze, oltre a non essere ingerite da noi consumatori, non si diffondono nell’ambiente, con indubbio vantaggio per le generazioni future.

Continua a leggere l'intervista qui.</p>


↑ torna in cima