Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

GEOSWIM-23mila km a nuoto per monitorare le coste del Mediterraneo Terza tappa : le Egadi

L’ENEA e il Dipartimento di Matematica e Geoscienze (DMG) dell’Università degli Studi di Trieste, il prossimo 18 novenbre, presenteranno i risultati della terza tappa del progetto GEOSWIM. Settanta chilometri di rilevamento a nuoto lungo le coste del Mediterraneo, alla scoperta del nostro mare.

11 novembre 2014 Enea

<p>Il progetto "Geoswim" nasce con l’obiettivo di studiare la geomorfologia delle coste del Mediterraneo da una prospettiva ancora inesplorata: la circumnavigazione a nuoto.
Esplorando la costa da vicino, metro dopo metro e sotto il pelo dell’acqua, i ricercatori possono osservare ciò che satelliti ed imbarcazioni non riescono a vedere e, in tal modo, aggiungere, importanti tasselli nella ricerca sulle variazioni passate e future del livello marino. Le prime due edizioni del progetto GEOSWIM si sono svolte attorno all'Istria nel 2012 e a Malta nel 2013 ed hanno permesso di rilevare pareti, anfratti, sorgenti sottomarine e forme riconducibili agli antichi livelli del mare.

Il convegno presenterà gli interessanti risultati della terza tappa di questo viaggio, effettuata intorno alle tre isole delle Egadi: Levanzo, Favignana e Marettimo.

L'evento si svolgerà a Roma presso l'Enea in via Giulio Romano, 41 il 18 novembre (ore 9,30).

Maggiori informazioni e registrazione online.


</p>


↑ torna in cima