Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Carbon Management delle Infrastrutture di trasporto, un tavolo di lavoro proposto da VDP Progettazione Integrata Ambiente e Kyoto Club

Kyoto Club e il socio VDP Progettazione Integrata Ambiente propongono la creazione di un tavolo di lavoro sul carbon management delle infrastrutture di trasporto. Il tavolo è aperto a tutti i soci di Kyoto Club.

23 luglio 2013 V.D.P.

<p>Coniugare la <b>competitività</b> con la <b>sostenibilità</b> è un’esigenza sempre più sentita dagli operatori del<b> settore dei trasporti</b> il quale, sebbene sia uno dei maggiori responsabili di <b>emissioni climalteranti</b>, è assoggettato solo in parte (compagnie aeree) alle regole del <i>burden sharing</i>. </p><p>Negli ultimi tempi, molti gestori di aeroporti e porti hanno intrapreso autonomamente iniziative volte a migliorare le <b>prestazioni energetiche ed emissive delle infrastrutture</b> che gestiscono. Le ragioni vanno da una reale esigenza di miglioramento e di riduzione della propria impronta di carbonio a condizionamenti di natura territoriale/politica, fino ad opportunità e convenienze generalmente espresse in forma di finanziamenti.</p><p>Rispetto a quest’ultimo aspetto, la prossima programmazione strutturale darà particolare risalto alle azioni finalizzate a stabilire e migliorare l’<b>impronta di carbonio</b>. Ciononostante, in relazione al tema dei trasporti si ritiene che la questione dei finanziamenti e, più in generale, degli strumenti di incentivazione di tali pratiche, meriti un approfondimento.</p><p>Kyoto Club e il socio VDP Progettazione Integrata Ambiente, intendono proporre la creazione di un <b>tavolo di lavoro</b> finalizzato a:<ul><li>analizzare lo stato dell’arte in Italia e nel contesto europeo e internazionale, per individuare i modi e i mezzi che i soggetti gestori di infrastrutture di trasporto hanno adottato per rispondere al Protocollo di Kyoto;</li><li> focalizzare ed analizzare i programmi in essere e gli incentivi di qualunque natura ad essi associati;</li><li>focalizzare le metodologie e i percorsi adottate per la riduzione della propria impronta di carbonio.</li></ul><br />A partire dagli aspetti da analizzare e focalizzare, sopra richiamati, si intende:<ul><li>chiarire e mettere in evidenza i vantaggi derivanti da migliori prestazioni ambientali delle infrastrutture gestite quale prioritaria ragione, da parte dei gestori di infrastrutture di trasporto, per intraprendere percorsi di miglioramento delle proprie prestazioni;</li><li> verificare modelli e percorsi operativi che, rispetto alle principali esperienze internazionali riscontrate, meglio si coniughino con l’assetto normativo nazionale;</li><li> individuare strumenti e canali di finanziamento che, in una fase successiva, possano essere inquadrati in una normativa generale o specifica collegabile al tema dell’efficienza energetica;</li><li>individuare altri strumenti di incentivazione.</li></ul><br />La complessità del tema potrebbe comportare una suddivisione in fasi delle attività del per cui, verosimilmente, potrebbero essere avviate prioritariamente le attività di lavoro rispetto ad Aeroporti e Porti e, successivamente, alle Stazioni Ferroviarie e alle infrastrutture legate al trasporto su gomma.<br />Il <b>tavolo</b>, che <b>è aperto a tutti i soci di Kyoto Club</b>, auspica di vedere, tra i partecipanti, soggetti gestori di Aeroporti e di Porti nonché il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e il Ministero dei Trasporti.</p><p>La <b>scadenza</b> per manifestare l’interesse a partecipare all'iniziativa è il <b>30 settembre 2013</b>.<br />Le risposte vanno inviate all’Arch. Sonia Occhi: <a href='mailto:occhi@vdpsrl.it'>occhi@vdpsrl.it</a></p><p></p><p><br /></p>


↑ torna in cima