Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Criticità e prospettive per le città future. Una via smart è possibile?

Il futuro passa per città Smart. Ultimo appuntamento dei quattro in programma nella prima fase di Corrente in Movimento: anche il convegno di Roma farà incontrare esperti, rappresentanti istituzionali e del mondo produttivo, in una formula di confronto particolarmente stimolante.

22 maggio 2012 Corrente in Movimento

<p>Le <b>città come laboratorio di buone pratiche</b> a cielo aperto, e come terreno di sfida quotidiana per rendere sempre più sostenibile, intelligente e di qualità – in altre parole, smart – la vita di chi vi abita. <br />Un campo ricco di criticità ma, allo stesso tempo di opportunità: ed è proprio fra questi due poli, spesso legati a doppio nodo in ogni singolo ambiato di intervento, che si muoverà il <b>quarto e ultimo appuntamento con i seminari di Corrente in Movimento</b>. </p><p><b>Venerdì 25 maggio</b>, a partire dalle <b>ore 9.30</b>, l'<b>aula Convegni del Cnr</b> (piazzale Aldo Moro, Roma), ospiterà infatti il simposio <b>“Criticità e prospettive per le città future”</b>, promosso in collaborazione con il <b>Ciclo di convegni e seminari sul Patto dei Sindaci</b>. <br />Dopo aver girato l'Italia in auto elettrica, l'anno scorso, dimostrando che è già possibile viaggiare nel nostro Paese senza emettere un grammo di CO2 (il viaggio è partito proprio da Roma, l'8 maggio, per farvi ritorno il 21 giugno, dopo quasi 5000 chilometri in 60 tappe, macinate senza inquinare), quest'anno l'associazione Corrente in Movimento propone un progetto articolato in due fasi– una più teorica e una più “pratica” - che parte proprio con quattro convegni a maggio e, in concomitanza con i convegni, con una serie di laboratori nelle scuole in collaborazione con il Festival della Scienza di Genova.<br /><b><br />Roma: criticità e prospettive per le città del futuro</b> (in allegato pdf il programma)</p><p><b>Ultimo appuntamento</b> dei quattro in programma nella prima fase di Corrente in Movimento (che ha preso il via a Genova il 2 maggio ed è poi proseguita a Napoli, l'11 maggio, e a Venezia, il 18), anche il convegno di Roma farà incontrare esperti, rappresentanti istituzionali e del mondo produttivo, in una formula di confronto particolarmente stimolante.</p><p>Coordinato da <b>Gianni Silvestrini</b>, direttore scientifico del Kyoto Club, l'appuntamento prenderà il via con gli interventi (in attesa di conferma) di <b>Enrico Brugnoli</b>, direttore del Dipartimento terra e ambiente del Cnr, e di <b>Nicola Pirrone</b>, direttore dell'IIA, l'Istituto sull'inquinamento atmosferico del Cnr). <br />Dopo i saluti istituzionali di <b>Nicola Zingaretti</b>, presidente della Provincia di Roma, e <b>Marco Visconti</b>, assessore all'Ambiente della Capitale, toccherà a <b>Giuseppe Todisco</b>, Designing, permitting & costruction manager, che si focalizzerà sul ruolo del patto dei Sindaci e sull'importanza dei Paes, Piani d'azione per l'energia sostenibile. Dopo l'intervento di <b>Elio Pacilio</b>, presidente di Green Cross Italia, la sezione italiana dell'Ong per lo sviluppo sostenibile fondata nel 1992 da Mikhail Gorbaciov, <b>Sergio Andreis</b>, direttore del Kyoto Club, parlerà del percorso verso Rio+20, l'incontro che a Rio de Janeiro, nel giugno 2012, valuterà a vent'anni dalla Conferenza del 1992 e dalla definizione dell'Agenda 21 i progressi fatti fino a oggi verso gli obiettivi concordati a livello internazionale, e le iniziative da mettere in campo per affrontare le nuove sfide emergenti. <b>Mario Gamberale</b>, amministratore delegato di AzzeroCo2, descriverà le iniziative in riferimento all'integrazione delle rinnovabili nelle città e <b>Massimiliano Pontillo</b>, Ceo de L'aurora – Compagnia della sostenibilità, illustrerà i progetti necessari al fine di avere metropoli a misura d'ambiente e di uomo.</p><p>Gli <b>interventi di trasformazione delle città</b> dovranno andare di pari passo con la formazione e l'informazione, online e offline dei cittadini, addetti ai lavori e non solo: in tal senso <b>Patricia Ferro</b>, responsabile formazione Kyoto Club, parlerà del progetto KyotoTUBE.<br /><b>Mario Conte</b>, responsabile dell'Unità di coordinamento dei sistemi di accumulo di energia dell'Enea, farà il punto sulle nuove frontiere dei sistemi di accumulo, mentre <b>Cinzia Perrino</b>, ricercatrice dell'Istituto sull'inquinamento atmosferico del Cnr, parlerà di inquinamento atmosferico nelle città europee, impatto della mobilità e prospettive future. Un'ottica, legata in questo caso allo sviluppo delle rinnovabili, che verrà affrontata anche dall'intervento di <b>Fabrizio Tortora</b>, vicepresidente dell'Aper, Associazione produttori energia da fonti rinnovabili e di <b>Antonio Rancati</b>, responsabile relazioni istituzionali di Anter, Associazione nazionale tutela energie rinnovabili. <b>Raffaella Labruna</b>, responsabile dei progetti europei del Bic Lazio illustrerà il progetto Enerscapes - paesaggio ed energia rinnovabile ed infine, <b>Alessandra Cianchettini</b>, di Cocoon projects si soffermerà sui processi di innovazione bottom-up, che vedono i “comuni” cittadini principali attori del cambiamento.</p><p>In allegato (pdf) il programma del convegno. </p><p><br /></p>

Programma (pdf)


↑ torna in cima