Novamont sostiene la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

L’azienda Novamont partecipa alla campagna di sensibilizzazione del Comune di Novara fornendo sacchetti di plastica in Mater Bi.

19 novembre 2011 Novamont

<p>Partirà il 19 novembre la <b>Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti</b>, che fino al 27 novembre prevederà una serie di iniziative a livello europeo, nazionale e locale per promuovere azioni sostenibili volte a ridurre l’impatto dei consumi sull’ambiente. </p><p>Tra le varie azioni promosse a livello locale, la <b>Campagna di Sensibilizzazione del Comune di Novara</b>, dal titolo <b>“Meno imballaggi, meno rifiuti”</b>, punta a coinvolgere e sensibilizzare i cittadini del capoluogo piemontese nell’ambito della riduzione dei rifiuti derivanti dai prodotti che consumano. <br />La Campagna sarà divisa in tre parti, ognuna riferita a dimensioni differenti della vita quotidiana: la prima, “Obiettivo meno imballaggi” si svolgerà nei principali supermercati locali che promuoveranno l’acquisto di prodotti sfusi; la seconda, “Obiettivo meno pannolini”, coinvolgerà le farmacie comunali che venderanno pannolini biodegradabili e lavabili; la terza, “Obiettivo meno bottiglie”, vedrà infine la realizzazione di distributrici pubbliche di acqua, per ridurre il consumo di bottiglie.</p><p><a href="http://www.novamont.com/default.asp?id=345">Novamont</a>, azienda leader nel settore delle bioplastiche con sede a Novara, parteciperà alla Campagna del Comune di Novara fornendo i sacchetti in <a href="http://www.novamont.com/default.asp?id=781">Mater-Bi</a> utili alla <a href="http://www.novamont.com/default.asp?id=797">raccolta differenziata</a> della frazione organica, che verranno distribuiti nei punti vendita che aderiscono all’iniziativa. </p><p>Il Mater-Bi, la bioplastica sviluppata da Novamont, <a href="http://www.novamont.com/default.asp?id=765#b2969">biodegradabile</a> e compostabile in conformità con le norme europee UNI EN 13432 e UNI EN 14995, ha prestazioni del tutto simili alle plastiche tradizionali, ma contiene risorse rinnovabili di origine agricola. Diminuisce le emissioni di gas ad effetto serra, riduce il consumo di energia e di risorse non rinnovabili, completa un circolo virtuoso: le materie prime di origine agricola tornano alla terra attraverso processi di biodegradazione o compostaggio senza il rilascio di sostanze inquinanti. </p><p>“Abbiamo deciso di sostenere la campagna del Comune di Novara perché riteniamo molto importante sensibilizzare i cittadini a tematiche quali la riduzione dei rifiuti e la corretta gestione del loro smaltimento. Inoltre, è nostro interesse focalizzare l’attenzione della comunità su una raccolta differenziata di qualità” ha dichiarato <b>Marco Versari</b>, responsabile del Marketing Strategico di Novamont.</p><p> <br /></p>


↑ torna in cima