Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Solo il 30% delle aziende ha preso le misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e di sostenibilità

Secondo un recente studio di Schneider Electric, l’81% delle aziende ha aggiornato il proprio programma per l’efficienza energetica o ha in piano di farlo. Ma solo il 30% o meno ha preso in considerazione nuove opportunità come le microgrid e il demand respons. E solo il 23% ha messo in campo strategie di demand response o prevede di farlo nel breve termine.

1 febbraio 2018 Schneider Electric

Buone notizie per quanto riguarda l'innovazione energetica: circa l'80% delle aziende si sentono pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato. Ma attenzione: molte di queste non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e di sostenibilità.

A sostenerlo è l'ultimo studio di Schneider Electric, "The State of Corporate Energy & Sustainability Programs 2018", secondo cui molte imprese non sono all'avanguardia nel settorer dell'innovazione a causa del loro approccio ancora limitato alla gestione dell’energia e alla lotta al cambiamento climatico.  Un fatto dovuto, secondo Schneider, alla limitata capacità di coordinare  e all'inefficienze nella raccolta e condivisione dei dati.

Secondo quanto sostiene lo studio, condotto con 236 grandi aziende globali con un fatturato uguale o superiore ai 100 milioni di dollari , l’85% degli interpellati ha dichiarato che la loro azienda ha intenzione di mettere in campo entro i prossimi tre anni azioni per fare in modo che i propri piani di riduzione delle emissioni di CO2 possano competere con quelle dei leader in questo campo.

Ma poi il report mette in guardia: le azioni avviate si basano soprattutto su sistemi tradizionali, quali la conservazione dell’energia, dell’acqua e sul tema della gestione degli Sono poche, per Schneider Electric, le aziende rappresentate nello studio che stanno implementando strategie e tecnologie più avanzate per gestire l’energia e le emissioni.

Diamo un breve sguardo ai dati: secondo l’81% degli intervistati la propria azienda ha lavorato per migliorare l’efficienza energetica o progetta di farlo entro i prossimi due anni; il 75% sta lavorando per ridurre consumi e sprechi di risorse idriche. Di questi, il 51% ha completato o sta pianificando di attivare progetti per sfruttare le energie rinnovabili; ma solo il 30% ha implementato o sta attivamente pianificando di usare soluzioni innovative e all'avanguardias(oluzioni di stoccaggio energetico, microgrid, cogenerazione di calore ed energia) e solo il 23% ha messo in campo strategie di demand response o prevede di farlo nel breve termine.

Leggi il rapporto completo di Schneider Electric


↑ torna in cima