Appuntamenti
Media e documenti
News dal mondo
News dai soci

Il modello Novamont di bioeconomia caso studio al G7 “Alliance Resource Efficiency” e al Global Bioeconomy Summit di Berlino

Novamont si conferma tra i principali attori nella Bioeconomia partecipando a novembre 2015 a due importanti eventi internazionali nel settore, organizzati a Berlino dal governo tedesco: la conferenza del G7 “Alliance Resource Efficiency” e il Global Bioeconomy Summit.

22 gennaio 2016 Novamont

<p>G7 Alliance on Resource Efficiency. Il 23 e il 24 novembre 2015 il Ministero Federale tedesco sull’agricoltura e l’alimentazione ospita la conferenza del G7 “Alliance Resource Efficiency - Innovative Biobased Products: Opportunities for substituting non-renewable resources”.
L'evento ha riunito i principali rappresentanti dei governi, della comunità scientifica e dell’industria appartenenti agli Stati del G7 (Italia, Germania, Francia, Regno Unito, Giappone, Canada e Stati Uniti) per discutere sulle opportunità offerte dai prodotti da fonti rinnovabili ed esaminare i possibili strumenti per attivare una cooperazione internazionale nel settore.

Il 23 novembre, Raffaele Liberali, ‎Assessore per le politiche di sviluppo lavoro formazione ricerca della Regione Basilicata, ha partecipato, in rappresentanza dell’Italia, alla sessione “Opportunities for substituting non renewable resources with sustainable renewable resources - Strategic approaches in the G7”, insieme a delegati degli altri Paesi del G7. Il suo contributo verteva sulla strategia italiana per uno sviluppo fondato sulla bioeconomia e sul ruolo del Cluster della Chimica Verde SPRING, di cui Novamont è socio fondatore, in questa direzione.

Il 24 novembre scorso Stefano Facco, New Business Development Manager di Novamont, ha presentato invece, come caso di successo e concreto nel settore del biobased, la bioraffineria Novamont integrata nel territorio e i suoi prodotti destinati a molteplici settori applicativi, nonché le positive ricadute che tale modello è in grado di generare lungo tutta la filiera.

Global Bioeconomy Summit. A valle della conferenza della G7 Alliance on Resource Efficiency Ie in vista delle importanti decisioni in vista della Conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici, il Bioeconomy Council ha organizzato il 25 e il 26 novembre a Berlino il primo summit globale sulla bioeconomia, patrocinato dal Cancelliere Angela Merkel.

Obiettivo del summit è stato promuovere lo scambio di opinioni e di buone pratiche nel campo della bioeconomia, nonché definire gli obiettivi comuni a livello internazionale per lo sviluppo del settore. A tal fine il Bioeconomy Council ha invitato più di 500 leader del mondo politico, della ricerca, della società civile e dell'industria, tra cui Novamont.

Il 26 Novembre Giulia Gregori, Responsabile Pianificazione Strategica e Comunicazione Istituzionale di Novamont, all’interno del workshop "The Future Role of Biorefining in the Bioeconomy", ha presentato l’approccio innovativo dell’azienda nello sviluppo di bioraffinerie per prodotti ad alto valore aggiunto, grazie ad una forte integrazione con il mondo agricolo e nel rispetto della biodiversità locale.

</p>


↑ torna in cima