Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a set. 2020
Icona prezzo del petrolio
4 dicembre 2020
Prezzo del petrolio (Nymex): 45,89 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
4 dicembre 2020
Prezzo del carbonio (EU): 30,23 €/tCO2
Documentazione > podcast

torna alla lista podcast

3 febbraio 2012 (Ecoradio)

podcast-er: Contro la crisi un’Italia più giusta e più sobria. Silvestrini a Ecoradio

La crisi ci deve indicare una profonda revisione degli stili di vita e delle scelte di consumo. Il nostro governo dovrebbe puntare sulla green economy e partire da grandi piani di riqualificazione dell’edilizia pubblica e di rilancio delle piste ciclabili. Serve poi una radicale trasformazione dei modelli di sviluppo. Gianni Silvestrini a Ecoradio.

Ascolta audio (mp3 – durata: 2')

Il Presidente Napolitano ha lanciato un appello per un’Italia più sobria e più giusta. Anche Obama, nel suo appello alla nazione della settimana scorsa, ha insistito sul rilancio della green economy per combattere la crisi dando indicazioni specifiche.

Si tratta di segnali che fanno riflettere sulla necessità di una revisione degli stili di vita e delle scelte di consumo e che sottolineano il bisogno di puntare con maggiore impegno sulla green economy. E' un messaggio al nostro governo.

Ci sono molte cose che si potrebbero fare in questa direzione. Dopo il giusto "no" al ponte sullo stretto si potrebbe pensare ad esempio un grande piano di riqualificazione energetica dell’edilizia pubblica (riqualificazione che darebbe importanti risultati in termini occupazionali e di riduzione dei consumi) o a un piano di rilancio delle piste ciclabili. L’Italia è infatti indietro nell’uso delle due ruote e quest’ultimo piano invece si sposerebbe con la sobrietà di cui ha parlato Napolitano nel suo appello.

Stiamo vivendo un momento di profonda crisi che deve diventare anche un momento di riflessione su scelte di radicale trasformazione degli attuali modelli di sviluppo.

L’opinione di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia, a Ecoradio.

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list