Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a feb. 2020
Icona prezzo del petrolio
1 aprile 2020
Prezzo del petrolio (Nymex): 20,25 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
1 aprile 2020
Prezzo del carbonio (EU): 16,94 €/tCO2
Smart working Kyoto Club
L’Ufficio di Kyoto Club resta chiuso, riaprirà il prossimo 14 aprile. Lavoriamo regolarmente da casa. Per comunicazioni urgenti potete inviare un'email a Enrico Marcon (e.marcon@kyotoclub.org). A tutti i nostri Soci, Partner e lettori gli auguri per una rapida soluzione dell’attuale emergenza.
Documentazione > news

torna alla lista news

19 dicembre 2014

Da Kyoto Club una guida per la mobilità sostenibile

Il Gruppo di Lavoro “Mobilità sostenibile” di Kyoto Club sta redigendo un manuale rivolto a coloro che intendono informarsi sulla mobilità sostenibile. SmART City Italia ha intervistato Francesco Petracchini del CNR – Gruppo di Lavoro “Mobilità sostenibile” di Kyoto Club.

Il Gruppo di Lavoro “Mobilità sostenibile” di Kyoto Club sta redigendo un manuale rivolto a coloro che intendono informarsi sulla mobilità sostenibile. Il testo, di facile lettura e ricco di collegamenti ipertestuali per approfondire i vari aspetti legati a questo tema, sarà pubblicato dalla casa editrice Edizioni Ambiente (Collana KyotoBooks). Il testo vuole unire in modo organico tutti gli aspetti della mobilità sostenibile attraverso sezioni dedicate, approfondimenti e interviste ad esperti. Il Manuale, organizzato per argomenti, permetterà al lettore di accedere ai singoli contenuti senza necessariamente avere una specifica formazione sulla mobilità, con la possibilità di approfondire ulteriormente specifici temi sul web (letture online, schede tecniche, video, ecc.).


SmART City Italia ha intervistato Francesco Petracchini del CNR – Gruppo di Lavoro “Mobilità sostenibile” di Kyoto Club.


Negli ultimi decenni abbiamo assistito al moltiplicarsi di soluzioni per la mobilità sostenibile. A che punto è la ricerca? Quali sono le tecnologie più avanzate e le nazioni che eccellono in quest’ambito?

Quando si parla di mobilità sostenibile non ci si riferisce a una singola tecnologia, ma a un insieme di tecnologie che permettono di muovere in modo sostenibile merci e persone in ambiente urbano.
Fra queste si possono citare le tecnologie applicate ai veicoli per il trasporto di persone.
Al riguardo, in Germania e in Francia si localizzano le aziende che hanno investito molto in veicoli elettrici, forti anche di un committment pubblico, che dal Governo tedesco viene espresso con obiettivi ambiziosi di diffusione dell’auto elettrica (1 milione di auto elettriche entro il 2020).
In Italia non si è assistito ad un analogo slancio su investimenti in questa direzione: la casa madre FIAT ha preferito investire su altre tecnologie, promettenti solo nel breve periodo.

Riguardo alla ricerca possiamo citare quanto sta avvenendo nel settore delle smart cities, che sono un buon punto di partenza per avviare un sistema di reti elettriche a maglie bidirezionali flessibili e versatili, che è poi alla base di un nuovo modo di produrre e consumare energia.

Una delle spinte più forti allo sviluppo delle smart cities, a livello europeo, viene dallo Strategic Energy Technology Plan (SET Plan) che identifica le smart cities come una delle sette priorità di investimento, assegnando una stima di investimento di 10-12 MLD di euro alla Smart City Industrial Initiative (fonte Comunicazione della Commissione Europea del 2009 – COM (2009) 519).
Nel 2010, sotto la spinta del Set Plan, si è formato il consorzio europeo European Energy Research Alliance (EERA), che ha lo scopo di accelerare lo sviluppo delle nuove tecnologie per l’energia attraverso la creazione e l’implementazione di Joint Research Programmes per rafforzare, espandere ed ottimizzare le capacità di ricerca sui temi dell’energia.
Nel nostro Paese, sotto l’egida del Joint Programme Smart City, è stato creato un network di ricerca, coordinato da ENEA e formato da 12 istituti di ricerca (tra cui ENEA, CNR e le principali università italiane) e quattro aziende (ENEL, Telecom, Ericsson, Loccioni). Tali enti di ricerca si stanno inserendo, come gruppo tematico operante sulle Smart Cities, nel contesto di una rete di ricerca italiana più ampia (AIREN) connessa alla rete europea EERA.

Uno dei versanti più attivi in Europa è sicuramente quello delle città. Il Covenant of Mayors – Patto dei Sindaci ha avuto in Italia un grande successo (al 31 agosto 2014: 2778 Comuni aderenti su un totale di 5924 in Europa), dimostrando una grande sensibilità delle amministrazioni locali verso i temi della efficienza energetica e delle fonti rinnovabili.

Con l’obiettivo di offrire un’informazione completa sui vari aspetti della mobilità sostenibile e su diversi settori (tecnologia, finanziamenti, benefici derivanti dai mezzi sostenibili) Kyoto Club sta redigendo un manuale che sarà pubblicato da Edizioni Ambiente entro Aprile 2015.

continua a leggere l'intervista

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list