Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a giugno 2018
Icona prezzo del petrolio
19 luglio 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 68,27 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
19 luglio 2018
Prezzo del carbonio (EU): 16,08 €/tCO2
Documentazione > rapporti/documenti

torna alla lista rapporti/documenti

16 febbraio 2018

"MobilitAria 2018. Qualità dell’aria e Politiche di mobilità nelle 14 grandi città italiane tra il 2006 e il 2016"

Nelle grandi città migliora la qualità dell'aria, ma resta alto il livello delle concentrazioni PM10 e NO2. Si può e si deve fare di più per la mobilità urbana. Lo sostiene il report “MobilitAria 2018, curato da Kyoto Club e CNR-IIA, presentato stamattina - venerdì 16 febbraio - in occasione della conferenza “Cambiamenti climatici, politiche di mobilità e qualità dell’aria nelle grandi città italiane”. Qui di seguito il rapporto, le presentazioni dei relatori ed il documento del progetto Mobility Scouts.

Il numero dei superamenti di Particolato atmosferico (PM10 – PM 2,5) e Biossido di Azoto (NO2) rimane alto nelle città italiane, soprattutto quelle del Nord (Milano e Torino in testa), nonostante la diminuzione in valori assoluti dell’ultimo decennio. Per quanto riguarda l’andamento della mobilità urbana sono stati fatti passi in avanti, ma i risultati sono insufficienti e ci sono profonde differenze tra le città. 

Questo è quanto emerge da "MobilitAria 2018", uno studio che ha l’ambizione di realizzare un quadro complessivo dell’andamento della qualità dell’aria e della mobilità urbana nelle principali 14 città italiane nel decennio 2006- 2016. Il documento è stato realizzato da un gruppo di esperti del CNR-IIA (Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto sull’Inquinamento Atmosferico) e di Kyoto Club, Gruppo Mobilità Sostenibile, prendendo come riferimento l’area comunale di ogni Città Metropolitana. Le città sono Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia.

Le motivazioni alla base dello studio partono dalla considerazione che in Italia manca un luogo dove vengono accumulati in modo integrato dati sulla mobilità urbana, da mettere in correlazione con l’andamento della qualità dell’aria. Manca un contesto dove trovare traccia dei provvedimenti e delle azioni svolte dalle Amministrazioni Comunali, dove ragionare sui risultati, scambiando esperienze e buone pratiche.

Naturalmente esistono diversi luoghi - istituti di ricerca, ministeri, agenzie, osservatori, associazioni, enti locali - dove si raccolgono ed elaborano dati settoriali ma quello che manca è una visione integrata dei dati e dei fenomeni. Tra l’altro i dati sono spesso scarsi, parziali, contraddittori, non sistematici, senza metodi condivisi di rilevazione: questo di per se costituisce un problema che meriterebbe impegno ed investimenti per la sua soluzione, al fine di costituire una base comune di confronto.

Lo studio è stato presentato stamattina, venerdì 16 febbraio, durante il convegno “Cambiamenti climatici, politiche di mobilità e qualità dell’aria nelle grandi città italiane” organizzato dal Kyoto Club e tenutosi a Roma presso l’Auditorium Ferrovie dello Stato in occasione dei tredici anni dalla firma dell’accordo di Kyoto. 

Proponiamo qui di seguito il rapporto completo, il documento del progetto Mobility Scouts e le presentazioni di relatori.

Scarica il rapporto "MobilitAria 2018"

Le informazioni sul progetto Mobility Scouts, con cui anche Kyoto Club collabora – tutti i dettagli sono disponibili su: http://www.mobility-scouts.eu/

La presentazione di Catia Bastioli, Presidente Kyoto Club

La presentazione di Maria Rosa Vittadini, responsabile del Gruppo "Mobilità Sostenibile" di Kyoto Club

La presentazione di Anna Donati del Gruppo "Mobilità sostenibile" di Kyoto Club

La presentazione di Nicola Pirrone, Presidente CNR-IIA

La presentazione di Francesco Petracchini, CNR-IIA

La presentazione di Orazio Iacono, AD Trenitalia

La presentazione di Monica Frassoni, Presidente di EU-ASE

La presentazione di Mario Zambrini, Amministratore unico di Ambiente Italia

La presentazione di Aberto Fiorillo, portavoce Rete Mobilità Nuova

La presentazione di Francesco Venturini, AD Enel X

Leggi il comunicato stampa (pdf)

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list