Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a set. 2017
Icona prezzo del petrolio
17 novembre 2017
Prezzo del petrolio (Nymex): 55,44 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
17 novembre 2017
Prezzo del carbonio (EU): 7,69 €/tCO2
Documentazione > rapporti/documenti

torna alla lista rapporti/documenti

7 novembre 2017

I documenti degli Stati Generali della green economy

Qui di seguito riportiamo i documenti dei gruppi di lavoro degli Stati Generali della green economy 2017, che si sono tenuti a Rimini il 7 e l'8 novembre. Alla loro stesura ha collaborato anche Kyoto Club.

“Proposte di policy dell’architettura per la green economy nelle città”, “La Strategia energetica nazionale, Il Piano clima ed energia e l’Accordo di Parigi”, e ancora “L’eco-innovazione nell’economia circolare” e il “Nuovo paradigma per una mobilità sostenibile”. Sono alcuni degli argomenti trattati nei documenti finali dei 5 gruppi di lavoro degli Stati Generali della Green Economy, un processo di elaborazione strategica, aperta e partecipata che vede il coinvolgimento dei principali stakeholder della green economy italiana.

Gli Stati generali della green economy sono promossi dal Consiglio nazionale della green economy, formato da 66 organizzazioni di imprese, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico e vedono quest’anno la loro VI edizione. Essi hanno l’ambizione di promuovere un nuovo orientamento dell’economia italiana verso una green economy per aprire nuove opportunità di sviluppo durevole e sostenibile ed indicare la via d’uscita dalla crisi economica e climatica.

L’intero processo vede la sua conclusione, ogni anno, in un grande evento pubblico della durata di due giorni – che ha visto per la quinta edizione più di 2800 iscritti – a Rimini in occasione della manifestazione Ecomondo. Quest'anno la plenaria ha avuto luogo durante la kermesse riminese nei giorni 7 e 8 novembre. All'evento hanno partecipato anche Catia BAstioli, Presidente di Kyoto Club e amministratrice delegata di Novamont, e Gianni Silvestrini, Direttore Scientifico di Kyoto Club.

Maggiori informazioni

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list