Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a agosto 2019
Icona prezzo del petrolio
18 novembre 2019
Prezzo del petrolio (Nymex): 57,68 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
18 novembre 2019
Prezzo del carbonio (EU): 23,43 €/tCO2
Documentazione > news dai soci

torna alla lista news dai soci

18 ottobre 2019 (Fiper)

Fiper al Parlamento EU per rimarcare ruolo delle bioenergie nel PNIEC

Si è tenuto a Bruxelles l’incontro tra la delegazione FIPER composta dal presidente Walter Righini e dalla segretaria generale Vanessa Gallo con l’onorevole Patrizia Toia, vicepresidente della Commissione industria, innovazione ed energia del Parlamento europeo.

L’incontro si è focalizzato sul condividere l’importanza che riveste la filiera biomassa-energia nel Piano Nazionale per l’Energia e il Clima in cui l’Italia è impegnata a redigere i chiarimenti richiesti dalla Commissione EU sugli strumenti da mettere in atto per conseguire gli obiettivi del 30% di energia da FER al 2030.

Nel corso del confronto si è posta l’attenzione sulla necessità di consolidare gli impianti esistenti di teleriscaldamento a biomassa e di biogas agricolo nell’ottica di offrire oltre all’energia termica ed elettrica, servizi “ecosistemici” e di bilanciamento nel mercato elettrico. In particolare FIPER ha evidenziato la funzione che la filiera del teleriscaldamento a biomassa e del biogas agricolo svolgono nel presidio, gestione del territorio e nella prevenzione dei rischi idrogeologici.

Produzione di energia rinnovabile e soprattutto azioni di mitigazione del cambiamento climatico quali effetti principali della promozione e consolidamento di queste due filiere.

Toia ha dato la propria disponibilità ad aprire un confronto e rimanere aggiornata sull’evolversi della dinamica, tenendo conto che la commissione industria EU riconosce un ruolo di primo piano alla messa in atto della “generazione distribuita” nei 28 Paesi Membri.

Toia ha ribadito l’importanza per la commissione industria, innovazione ed energia europea di promuovere il “clean package” ovvero il consolidamento di modelli di business basati sull’innovazione e sulla promozione della bioeconomia. A riguardo ha invitato la Federazione a valutare le possibilità di finanziamento all’innovazione per le imprese messe in atto dall’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea-APRE e le prossime call previste dal programma Horizon sulla linea “Circular bio-based Europe: Sustainable, inclusive and circular bio-based solutions”.

Commenta Walter Righini: “siamo soddisfatti dell’incontro di oggi con l’on. Toia, che ci ha permesso di approfondire l’orientamento europeo sulle prospettive delle bioenergie, in particolare sulla necessità di creare maggiori sinergie tra politica agricola/forestale, energia e industria. E’ stata anche l’occasione per incontrare Jean-Marc Jossart e il suo staff di AEBIOM, l’Associazione europea che rappresenta la filiera biomassa, a cui FIPER ha aderito, con l’obiettivo di consolidare la collaborazione su alcuni temi di estremo interesse per la Federazione, tra cui: criteri di sostenibilità delle biomasse, impiego sottoprodotti, ect.”

Conclude Righini:” Qui si sente un gran fermento; la transizione è ormai in atto”.

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list