Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a maggio 2019
Icona prezzo del petrolio
24 giugno 2019
Prezzo del petrolio (Nymex): 57,68 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
24 giugno 2019
Prezzo del carbonio (EU): 25,72 €/tCO2
Documentazione > news dai soci

torna alla lista news dai soci

26 marzo 2019 (Schneider Electric)

Schneider Electric accelera la transizione a un’economia a basse emissioni

In occasione della prima edizione di One Planet Summit, evento che si è tenuto il 14 marzo a Nairobi- organizzato e presieduto dal Presidente della Francia Emmanuel Macron e dal Presidente della Repubblica del Kenia Uhuru Muigai Kenyatta – i più importanti manager Schneider Electric hanno dato il loro contributo ai lavori e partecipato a numerosi eventi collaterali.

In questa occasione, il Gruppo ha confermato la sua volontà di elevare i propri impegni e accelerare il raggiungimento dei suoi obiettivi legati al tema del cambiamento climatico, in particolare aiutando i propri clienti a risparmiare ben 100 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica, grazie all’utilizzo di soluzioni con tecnologie pulite.  Secondo una ricerca condotta di recente da Schneider Electric con GreenBiz media, le aziende che dichiarano pubblicamente i loro impegni di sostenibilità ed efficienza energetica ne ottengono vantaggi; in oltre la metà dei casi aumenta la possibilità che adottino soluzioni innovative, ottengono più facilmente fondi per finanziare i progetti previsti, sale la possibilità che ottengano soluzioni migliori delle altre.

Gilles Vermot Desroches, Senior Vice President, Sustainability di Schneider Electric ha commentato:"La coalizione One Planet mette al centro dei suoi obiettivi la creazione di opportunità economiche, posti di lavoro, innovazione. Per realizzare questo cambiamento di paradigma, possiamo riaffermare la nostra responsabilità rispetto al cambiamento climatico e fare in modo di prendere in considerazione i rischi climatici, sociali e ambientali nel business, pensando anche alle necessità delle popolazioni più vulnerabili del pianeta”.

Democratizzare la tecnologia per liberare il suo potenziale nella creazione di lavoro

Scegliere le energie rinnovabili per portare l’elettricità al miliardo di persone che oggi ancora non hanno accesso all’energia è un percorso che potenzialmente può creare milioni di buoni posti di lavoro; bisogna però affrontare un problema di competenze, perché manca sempre più personale qualificato nel settore. Infatti, si prevede che nel 2030 ci saranno ancora 674 milioni di persone nel mondo senza accesso all’energia.

E’ per questo motivo che le Nazioni Unite hanno stabilito l’Obiettivo 7 di sviluppo sostenibile (SDG 7) – un’iniziativa fondamentale per assicurare a tutti, entro il 2030, accesso all’energia in modo affidabile, sostenibile, moderno, e a costi contenuti.

Schneider Electric ritiene che l’obiettivo si possa ottenere se si mette in campo la corretta combinazione di tecnologie, modelli di regolamentazione e finanziari più moderni, formazione del personale locale.

Per questo, Schneider Electric si è impegnata a formare un milione di tecnici esperti in energia solare entro il 2025 e supporta attività di ricerca innovative dedicate a come creare posti di lavoro grazie all’accesso all’energia attraverso un progetto che si chiama Powering Jobs

In occasione di One Planet Summit l’azienda ha presentato il documento “How News Regulatory, Financial and Technology Bold Ideas Can Grow Microgrid-driven Access To Energy”. Secondo questo studio, l’energia è una base dello sviluppo economico e apre nuove porte – per facilitare l’accesso ai servizi sanitari, migliorare l’agricoltura, portare a una migliore qualità di vita complessiva. Da una prospettiva di business, migliori standard di vita sono uno stimolo importante per fare in modo che le popolazioni più economicamente svantaggiate possano diventare futuri clienti e consumatori.

I progressi di Schneider Electric sui 10 impegni che ha preso in occasione di COP 21: dall’One Planet Summit di Parigi 2017 a oggi

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list