Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a maggio 2019
Icona prezzo del petrolio
25 giugno 2019
Prezzo del petrolio (Nymex): 57,83 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
25 giugno 2019
Prezzo del carbonio (EU): 26,10 €/tCO2
Documentazione > KC sulla stampa

torna alla lista KC sulla stampa

6 febbraio 2019 (Canale Energia)

#GreenHeroes, Gassmann racconterà su Twitter i protagonisti della sostenibilità ambientale

Lo scorso 1 febbraio Alessandro Gassmann ha lanciato il progetto "Green Heroes": ogni venerdì il celebre attore promuoverà sul suo account Twitter aziende o singoli cittadini impegnati a portare avanti modelli di sviluppo sostenibili. Canale energia ha intervistato Annalisa Corrado, responsabile tecnica di Kyoto Club e di AzzeroCO2, che ha ideato e segue insieme all'attore l'innovativo progetto.

Far conoscere al grande pubblico i protagonisti del comparto green che operano nel nostro Paese. Realtà che sanno coniugare in modo efficace la tutela del pianeta con modelli economici solidi e capacità di creare posti di lavoro. E’ questo uno degli obiettivi dell’iniziativa “Green Heroes”, lanciata lo scorso 1 febbraio dal celebre attore Alessandro Gassmann che ogni venerdì promuoverà sul suo seguitissimo account Twitter aziende o singoli cittadini impegnati a portare avanti modelli di sviluppo sostenibili. Il progetto è partito in seguito all’incontro tra Gassmann e Annalisa Corrado, responsabile tecnica di Kyoto Club e di AzzeroCO2, e ha portato al coinvolgimento di un vero e proprio “green team” fatto di esperti del settore. Si tratta di personalità, operanti in diversi ambiti della green economy, che daranno vita a una collaborazione – completamente apartitica e fondata su basi scientifiche – legata alla competenza di Kyoto Club

Insieme ad Annalisa Corrado abbiamo approfondito alcuni aspetti del progetto

Come è nato il progetto e quali obiettivi si pone?

Io avevo notato che Alessandro Gassmann ultimamente twittava molto sui temi dell’ecologia e addirittura aveva scritto in un post che si sarebbe messo volentieri a disposizione di un progetto in grado di affrontare in modo chiaro e rigoroso questi temi. Così ho provato a contattarlo tramite i social e da lì è poi nato un dialogo diretto in cui Gassmann ha detto di voler approfondire queste tematiche con persone autorevoli in materia. La sua idea era quella di basare il suo coinvolgimento su una forte base scientifica, per questo mi ha chiesto di coinvolgere delle persone autorevoli, legate a diversi settori di competenza. Da lì è nato quello che io chiamo il “green dream team”. Il primo incontro di questa “squadra” è avvenuto nella sede di Kyoto Club e lì c’è stato un momento di dialogo e di scambio di idee e di proposte. Gassmann in quell’occasione ci ha spiegato come secondo lui fosse assurdo che la green economy venisse considerata un tema di nicchia. Il concetto che ha sottolineato da subito è stato la volontà di fare luce su un mondo fatto di realtà e persone in grado di produrre futuro e posti di lavoro in modo sano. Un mondo che è già pronto, ma che invece non viene abbastanza conosciuto dai cittadini.

Dopo il primo contatto via social con Gassmann, il passo successivo è stato quello di incardinare l’iniziativa all’interno di un contesto scientifico. Kyoto Club è apparsa la realtà più interessante. Uno dei primi a rispondere al mio appello è stato proprio Gianni Silvestrini, Direttore Scientifico di Kyoto Club. Grazie al supporto dell’organizzazione abbiamo organizzato il primo incontro di cui parlavo prima e abbiamo strutturato il progetto.

Continua a leggere l'intervista su Canale Energia

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list