Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a maggio 2020
Icona prezzo del petrolio
1 luglio 2020
Prezzo del petrolio (Nymex): 40,86 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
1 luglio 2020
Prezzo del carbonio (EU): 26,87 €/tCO2
Smart working Kyoto Club
A causa del COVID-19, l’Ufficio di Kyoto Club è temporaneamente chiuso e riaprirà al pubblico lunedì 6 luglio. Lavoriamo regolarmente da casa. Per comunicazioni urgenti potete inviare un'email a Enrico Marcon (e.marcon@kyotoclub.org). A tutti i nostri Soci, Partner e lettori gli auguri per una rapida soluzione dell’attuale emergenza.
Documentazione > comunicati

torna alla lista comunicati

16 dicembre 2019

COP 25, secondo Kyoto Club a Madrid è mancato "il protagonismo europeo"

"L'Unione Europea è rimasta balbettante, e si è allargata la distanza tra i giovani che manifestano e le imprese disponibili e la paralisi dei governi". Così il Vicepresidente di Kyoto Club, Francesco Ferrante, ha commentato il bilancio della Conferenza sul clima dell'Onu annuale appena conclusasi a Madrid.

Comunque finisca sarà un fallimento, sia che si scelga di prorogare questa Cop in mancanza di un accordo sia se si trova un compromesso, che sarà inevitabilmente al ribasso e che non scioglierà alcuno dei nodi che c’erano prima di arrivare a Madrid”. Lo ha detto il vice presidente di Kyoto club, Francesco Ferrante ai microfoni dell'agenzia Ansa, commentando il ritardo nella decisione finale alla conferenza mondiale dell’Onu sui cambiamenti climatici. “Diventa drammatica – ha proseguito – la distanza fra l’urgenza dettata dagli scienziati, voluta dai ragazzi e su cui persino molte imprese si rivelano disponibili e la paralisi in cui i governi hanno costretto questa tornata di negoziati. Ad opporsi sono sempre ‘i soliti noti’, dagli Usa al Brasile ai paesi produttori di petrolio, alla Cina e all’india che frenano. Ma ciò che è mancato a Madrid – aggiunge Ferrante – è stato il protagonismo europeo che la presentazione del Green Deal aveva fatto sperare potesse essere il catalizzatore del cambiamento. Invece l’Europa è rimasta balbettante”.

Scarica il comunicato stampa (pdf)

Scarica il video intervento di Francesco Ferrante (1)

Scarica il video intervento di Francesco Ferrante (2)

Scarica il video intervento di Francesco Ferrante (3)

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list