Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a giugno 2018
Icona prezzo del petrolio
2 agosto 2018
Prezzo del petrolio (Nymex): 67,65 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
2 agosto 2018
Prezzo del carbonio (EU): 17,40 €/tCO2
Chiusura estiva ufficio
L'ufficio Kyoto Club rimarrà chiuso dal 13 al 24 agosto. A tutti i Soci e i lettori di Kyoto Club i migliori auguri per una serena pausa estiva.
Documentazione > comunicati

torna alla lista comunicati

22 dicembre 2017

Approvata la legge per lo sviluppo della mobilità ciclistica: un importante risultato per l’ambiente, le città e la mobilità dolce!

Il 21 dicembre il Senato ha definitivamente approvato all'unanimità la legge sulla Mobilità ciclistica. "Adesso il nostro impegno prosegue per l’attuazione della Legge, per far crescere la mobilità ciclistica in città e la rete delle ciclovie turistiche per viaggiare nel paesaggio italiano". Le dichiarazioni di Anna Donati, membro del gruppo di lavoro "Mobilità sostenibile" di Kyoto Club e portavoce di Alleanza per la mobilità dolce (A.MO.DO).

Ieri 21 dicembre 2017, in tarda serata, è stata approvata all’unanimità la legge per la mobilità ciclistica al Senato in sede legislativa nella VIII Commissione, che punta all’uso della bicicletta come mezzo di trasporto per l’uso quotidiano e per i viaggi turistici e ricreativi in bicicletta. Un voto definitivo che arriva dopo il voto della Camera del 14 novembre che aveva licenziato all’unanimità il testo.

L’iter di discussione sul pdl a prima firma Decaro d è stato lungo, irto di ostacoli e solo grazie alla tenacia e passione del deputato Paolo Gandolfi e la collaborazione di tutti i gruppi parlamentari di Camera e Senato, si è arrivati alla approvazione definitiva.  Prevede il Piano Generale della mobilità ciclistica, la costituzione della rete ciclabile nazionale, i piani regionali ed il biciplan da parte dei comuni, definisce la rete cicloviaria, incluse le strade senza traffico ed a basso traffico su cui pedalare. Infine mette a sistema le risorse destinate dalle leggi Finanziarie 2016, 2017 e 2018.

Peccato per il mancato inserimento degli emendamenti per la mobilità dolce presentati alla Camera dai deputati Busto e Realacci, che integravano la mobilità ciclistica con i cammini e le ferrovie turistiche in modo integrato, non accolti per il parere negativo del MEF.

Questa legge è il risultato di anni di impegno della associazioni ambientaliste e per le due ruote, di cui finalmente la politica si è accorta, che hanno trovato nel Ministro Delrio attenzione costante e risorse concrete, e nelle città assessori sensibili e progetti reali.  “La legge per la Mobilità Ciclistica è una vittoria per l’ambiente, i trasporti, le città e la mobilità dolce in Italia – ha dichiarato Anna Donati -  membro del gruppo di lavoro "mobilità sostenibile" di Kyoto Club e portavoce della Alleanza per la Mobilità Dolce – adesso il nostro impegno prosegue per l’attuazione della Legge, per far crescere la mobilità ciclistica in città e la rete delle ciclovie turistiche per viaggiare nel paesaggio italiano.”

Leggi il comunicato (pdf)

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list