Icona termometro del mondo
Temperatura del mondo a Giugno 2014
Icona prezzo del petrolio
29 Agosto 2014
Prezzo del petrolio (NYC): 94,92 $/bbl
Icona prezzo del carbonio
29 Agosto 2014
Prezzo del carbonio (EU): 6,46 €/tCO2
Bandiera ItalianaEnglish Flag

NASCONDI IL PANNELLO DI RICERCA

Documentazione > rapporti/documenti

[torna alla lista dei rapporti/documenti]

18 Novembre 2011 (Kyoto Club)

Le presentazioni del convegno 'Scenari 100 per cento rinnovabili'

Contenuti, relatori e presentazioni in pdf del convegno "Scenari 100% rinnovabili" organizzato da Kyoto Club nell’ambito di Ecomondo-Key Energy 2011.

Da due anni si investe più in fonti rinnovabili che in fonti fossili. Nel 2009 in Europa e in USA, nel settore elettrico si installato più da fonti rinnovabili che in altre parti del mondo.
L’Italia, dal canto suo, si appresta a coprire con le rinnovabili poco meno di un terzo della domanda elettrica al 2020 secondo il Piano d’Azione Nazionale delle fonti rinnovabili, presentato dal Governo nel giugno 2010.

Quali sono gli scenari per il medio e lungo termine in Italia e in Europa? Se n’è parlato al convegno "Scenari 100% rinnovabili", organizzato da Kyoto Club lo scorso 11 novembre nell’ambito dell’evento fieristico Ecomondo-Key Energy 2011 di Rimini.

"La rapidità della riduzione dei prezzi del fotovoltaico – ha sottolineato Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia – sta portando a una riflessione sui grandi temi ambientali ed energetici e, soprattutto, sta spingendo molti paesi industrializzati a definire strategie estremamente ambiziose, che fino a 2-3 anni fa erano impensabili".

Silvestrini ha sottolineato come la rapidità con cui sta avvenendo questo cambiamento di rotta abbia sorpreso tutti, anche gli stessi ambientalisti, che avevano fatto delle previsioni che sono state di gran lunga e positivamente superate dai dati reali.
L’intervento di Silvestrini si è focalizzato sulla rivoluzione che sta partendo, e che in molti paesi è già avviata nel campo energetico, nell’edilizia e nei trasporti. Una rivoluzione che, a parere di Silvestrini, non è del tutto compresa nel nostro Paese, in particolare a livello politico e, salvo alcune eccezioni, anche a livello imprenditoriale.

Carlo Manna, Responsabile Ufficio Studi dell’Enea, spiegando come stia aumentando significativamente la produzione di energia elettrica da fotovoltaico e come il nostro Paese, dal punto di vista industriale, non si stia muovendo con la necessaria velocità, ha sottolineato l’importanza di prendere delle decisioni e di definire una strategia energetica nazionale.

Manna ha fornito come anticipazioni i dati Enea che dovevano rientrare in uno studio per una strategia energetica nazionale e ha fatto un approfondimento su tre possibili scenari: scenario di politiche correnti (politiche già operative); scenario di politiche annunciate (politiche non ancora rese operative) e scenario che dovrebbe garantire la sostenibilità di un sistema economico.

Giuseppe Onufrio, Direttore esecutivo Greenpeace Italia, ha iniziato il suo intervento presentando la petizione "Energia rinnovabile al 100% in Europa entro il 2050" i European Renewable Energy Council, European Forum for Renewable Energy Sources e Greenpeace – European Unit, rivolta ai dirigenti europei a farsi promotori di una vera transizione energetica. Greenpeace Italia e Kyoto Club hanno raccolto le prime adesioni italiane.
In seguito ha presentato i dati contenuti nel rapporto Energy (R)evolution.

Piccoli progetti a livello locale per grandi cambiamenti, su questo ha insistito Karl-Ludwig Schibel di Alleanza per il Clima. Schibel ha precisato che mancano visioni sul futuro e un obiettivo condiviso e che è necessaria una svolta energetica e culturale, perché solo attraverso il cambiamento dello stile di vita si potrà arrivare a una società post-fossile.

Le presentazioni e i relatori:

Torna in cima alla pagina Torna alla Home page Iscriviti alla mailing list

condividi